13:42 21 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
3132
Seguici su

Zaia raggiante per il funzionamento del Mose che per la prima volta nella storia di Venezia ha scongiurato l'arrivo dell'acqua alta. Commercianti commossi, addio a passerelle e stivaloni.

“Oggi è una giornata storica: siamo davanti ad un'opera per la quale abbiamo atteso veramente decenni, e finalmente abbiamo avuto la certezza che funziona e che questo serva a Venezia.”

Lo ha detto il presidente della Regione Veneto Luca Zaia commentando il risultato positivo della prova sperimentale del Mose, che questa mattina è stato attivato per bloccare l’alta marea prevista per le ore 12 con un livello di acqua di 135 centimetri.

La sperimentazione ha avuto successo, piazza San Marco e la chiesa non sono state invase dalle acque e le passerelle, montate come di solito accade in caso di acqua alta, per la prima volta nella storia della Serenissima non sono servite.

Il sindaco Luigi Brugnaro

“Il Mose segna una giornata storica per Venezia. C’è grandissima soddisfazione, da parte mia da da parte di tutti i cittadini dopo 20 anni che vediamo queste acque in maniera inerme arrivare dappertutto. Questa prova è stata molto positiva, non c’è stato nessun ondeggiamento delle paratoie.” Dice il sindaco di Venezia durante la conferenza stampa organizzata per rendere conto del contrasto allo spaccio di droga nella città.

“Il Mose non è ancora completato, vanno finiti una serie di sistemi vari, ma con oggi Venezia vede uno spiraglio.” Aggiunge il sindaco Brugnaro.

Quello che resta da verificare è se il sistema funzionerà anche con venti di marea più forti, che lo scorso inverno 2019 hanno danneggiato gravemente Venezia e il suo turismo. In quella occasione i venti spirarono a 40 nodi, spiega il sindaco della città lagunare, ma anche su questo si dice ottimista che il Mose potrà dimostrare la sua efficacia.

In Laguna acque calme, fuori mare mosso

L’effetto del Mose è di tranquillizzare le acque all’interno della Laguna di Venezia e di lasciare all’esterno il mare agitato. Come quest’oggi, con venti che hanno spirato a 30 – 40 chilometri all’ora ma hanno lasciato all’asciutto la città.

La commozione dei negozianti

Molti erano già pronti con il secchio e il mocio per raccogliere l’acqua, ma con stupore i negozianti di Venezia questa volta hanno potuto riporre l’attrezzatura da acqua alta perché non si è visto un solo goccio.

Vera commozione tra i commercianti come riportato dal TGR Veneto che ha raccolto alcune testimonianze.

Insomma, una Venezia che nei prossimi anni si preannuncia senza più le “tipiche” passerelle e gli stivaloni dei turisti che goffamente si muovono tra le calli di Venezia molto attenti a non tuffarsi nell’acqua alta.

Per la città parte davvero un altro presente.

Correlati:

Il Mose di Venezia e la sala di controllo avveniristica, con i computer del 2010
Venezia, messo in funzione il Mose. Conte: "Va completato entro l'autunno-inverno"
Acqua alta a Venezia, la prima volta del Mose a difesa della Serenissima
Tags:
Venezia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook