10:44 20 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
212
Seguici su

Il professore monzese che si è invaghito di una 16enne ha dichiarato che il suo è amore vero. Sarà questa la difesa durante il processo a suo carico che inizierà il 17 dicembre per sesso con minore.

Il professore di letteratura di 63 anni, della provincia di Monza e Brianza, beccato nei bagni della scuola mentre amoreggiava con una sua studentessa di 16 anni e ora rinviato a giudizio, si difende affermando che il suo era vero amore nei confronti della ragazzina.

Il professore aveva addirittura chiesto il divorzio dalla moglie con l’intento di stare sentimentalmente accanto alla ragazza di 16 anni.

Il docente, che nel frattempo è stato licenziato, è accusato di sesso con minore, abuso di potere e di avere falsificato i registri scolastici per far risultare in classe la studentessa, mentre invece era con lui appartato in altri luoghi.

L’avvocato dell’accusato riferisce che il suo assistito, il professore, nega di avere avuto rapporti completi con la ragazza, e di averle dato solo baci come si vede nella fotografia.

La ragazza ha però dichiarato il contrario e la famiglia si è costituita parte civile al processo che avrà inizio il prossimo 17 dicembre.

A Fanpage l’avvocato del professore ha detto che questi è frastornato e mortificato per quanto sta accadendo. Inoltre si apprende dal quotidiano online che l’uomo era un docente di punta all’interno della scuola, un modello per colleghi e studenti.

Correlati:

ONU, Assemblea generale condanna la Birmania per abusi su minoranza Rohingya
Vaticano pubblica Vademecum per gestione abusi su minori: ok denunce anonime e sui media
Papa Francesco accetta dimissioni vescovo USA Michel Mulloy: accusato di abusi su minori
Tags:
Scuola, minorenne
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook