12:41 21 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
251022
Seguici su

Il segretario di Stato Usa ha messo in guardia l'Italia sul partneriato con la Cina "non sincero" e ha fatto appello al governo italiano per una maggiore attenzione alla privacy dei cittadini per lo sviluppo di reti 5G.

"Il Partito comunista cinese sta cercando di sfruttare la propria presenza in Italia per i propri scopi strategici, non sono qui per fare partenariati sinceri". avverte Mike Pompeo, il segretario di Stato Usa, durante la conferenza stampa congiunta con il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, tenuta oggi alla Farnesina.

Pompeo, che ha già incontrato il premier Conte in mattinata, mette in guardia l'Italia dalla Cina e dalle reti 5G, che potrebbero rivelarsi una minaccia per la sicurezza nazionale e la privacy dei cittadini e lancia un appello al governo italiano.

"Gli Stati Uniti fanno appello al governo  italiano a considerare in maniera attenta la sicurezza nazionale e la  riservatezza dei dati dei propri cittadini" messa a rischio dalle attività  delle "società tecnologiche che fanno parte dello stato di  sorveglianza del partito comunista cinese", ha aggiunto. 

Il segretario di Stato, in visita in Italia in occasione di un simposio organizzato dall'ambasciata Usa in Vaticano, sul tema della libertà religiosa in paesi come la Cina, si è soffermato sull'importanza dei diritti umani chiedendo agli attori internazionali di mettere fine al regime comunista cinese.

"Abbiamo lavorato per migliorare la vita del popolo cinese in tutti questi anni di amministrazione - ha detto Pompeo - Noi vogliamo che non ci siano violazioni dei diritti umani in quel Paese, ho scritto l'articolo per dare onore alla Chiesa cattolica che ha sempre difeso gli oppressi nel mondo. Tutti gli attori che possono mettere fine a questo regime autoritario del partito comunista cinese devono farlo" 

La replica di Di Maio

"Abbiamo ben presenti le preoccupazioni dei nostri alleati americani", così Di Maio rassicura il suo ospite. La sicurezza delle reti 5G è una priorità dell'Italia e "siamo a favore di regole europee comuni", prosegue ricordando che Roma utilizzerà il golden power, "che potenzia la capacità di monitoraggio" del governo in materia.

"Con Pompeo abbiamo avuto un dialogo amichevole e costruttivo, con lui mantengo un dialogo costante. - continua il ministro degli Esteri - Devo ringraziare ancora una volta per lo straordinario aiuto degli Stati Uniti come governo e strutture private nella fase acuta della crisi di coronavirus".

Il ministro degli Esteri ha ricordato che "l'Italia è saldamente ancorata a Usa e Ue a cui ci uniscono interessi e valori comuni della Nato e delle democrazie. Per l'Italia ci sono alleati, interlocutori e partner economici". "Un Paese come il nostro è aperto a possibilità di investimento, ma mai fuori dai confini dell'Alleanza Atlantica", ha sottolineato il ministro. 

Tags:
Cina, Luigi Di Maio, Farnesina, Italia, Mike Pompeo
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook