11:58 20 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
125
Seguici su

Dal primo ottobre scattano le agevolazioni fiscali per il Sud introdotto con il decreto agosto, che prevedono un taglio dei contributi del 30% per le aziende con sede nelle regioni meridionali.

Il ministro del Sud, Giuseppe Provenzano, prende le difese dei provvedimenti del governo per il Mezzogiorno, che da domani entreranno in vigore sino al 31 dicembre, con la possibilità di estensione sino al 2029, previa autorizzazione della Commissione Europea. 

Senza una strategia per il Meridione, l'occupazione rischia un collasso che "allargherebbe i già drammatici divari che separano il mercato del lavoro del Sud dal resto del Paese, per l’elevata incidenza di lavoratori precari", scrive il ministro in una lettera al Corsera, per replicare all'editorialista del quotidiano, Francesco Giavazzi, che nei giorni scorsi aveva criticato le scelte di fiscalità di vantaggio per il Sud, perché non aiuterebbero le nuove generazioni. 

La fiscalità di vantaggio, che si intende estendere con sgravio decrescente sino al 2029, mira a compensare i maggiori costi per gli imprenditori che intendono investire nel Mezzogiorno, fa notare il ministro. 

"Fare impresa e lavorare al Sud costa di più, per un deficit di produttività legato a un progressivo disinvestimento di lungo periodo nel contesto formativo, infrastrutturale e istituzionale, aggravato dalle politiche di austerità seguite alla crisi precedente, di cui ancora attendiamo i famosi effetti espansivi previsti da Giavazzi", spiega.
"Se lo Stato, ad ogni livello di governo, non ha investito in infrastrutture e servizi adeguati al Sud, in una P.A. efficiente, e tutto questo incide sui fattori di produttività, perché a pagarne il costo devono essere gli imprenditori e i lavoratori?", si chiede il ministro. 

La priorità è quella di far ripartire il Sud, di rilanciare gli investimenti e per questo "già prima della pandemia, con il Piano Sud 2030 - ricorda Provenzano - abbiamo messo in campo una strategia coordinata di rilancio degli investimenti pubblici e privati, un impegno assunto con il PNR, che abbiamo iniziato ad attuare in questi mesi e che ora grazie al Next Generation EU potremo potenziare".

Come funziona la fiscalità di vantaggio

Da domani primo ottobre scatteranno le misure di fiscalità di vantaggio previste dal decreto Agosto, che prevedono il taglio del 30% dei contributi per i lavoratori dipendenti per le aziende con sede in una delle regioni del Sud Italia. 

Il provvedimento permetterà di ridurre il costo del lavoro senza intaccare le buste paga. Sarà in vigore sino al 31 dicembre e poi esteso sino al 2029, previa autorizzazione della Commissione europea, con decontribuzione del 30% sino al 2025, del 20% sino al  2027, del 10% sino al 2029.

Per finanziare la misura il decreto ha stanziato 1 miliardo per il 2020 e 4 miliardi per gli anni successivi.

Tags:
tasse, Investimenti, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook