05:57 24 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

Gli indagati avevano messo in piedi un ingegnoso sistema di riciclaggio di denaro, del quale avevano fatto sparire le tracce dai libri contabili.

Si sta svolgendo dalle prime ore della mattinata un'operazione da parte dei finanzieri del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria, coordinati dalla Procura della Repubblica di Roma, per l'esecuzione di misure cautelari personali oltre a una serie di sequestri preventivi emessi dal Gip del Tribunale di Roma nei confronti dei componenti di un gruppo criminale responsabile di peculato, appropriazione indebita e autoriciclaggio.

Le indagini delle autorità inquirenti hanno permesso di accertare che il presidente di una società romana, attiva nel settore della concessione di microcredito e regolarmente iscritta all'Albo speciale previsto dal Tub, aveva "dirottato" dei finanziamenti pubblici, tanto regionali quanto europei, verso persone fisiche e giuridiche compiacenti ma in nessun caso rientranti tra quelle ammesse a beneficiare a tali fondi, per un totale di circa 500.000 euro.

Al fine di occultare tale attività illecite al CDA della società, il rappresentante legale era addirittura arrivato a contraffare gli estratti conti dei conti correnti aziendali, eliminando ogni traccia dei bonifici illeciti.

In questo complesso sistema, le somme ricevute dai beneficiari venivano in seguito girate, in un tentativo di simulare rapporti commerciali fittizi, a società riconducibili allo stesso presidente, in modo da determinare il reinserimento nel circuito economico dei proventi del peculato.

Il creatore e ideatore di tale sistema e dei più stretti collaboratori sono state emesse misure cautelari personali, di custodia cautelare per il principale indagato e di arresti domiciliari per i complici, oltre all'ingiunzione della misura interdittiva sul divieto di esercitare attività di impresa per un periodo di 12 mesi per altre quattro persone.

Disposto inoltre il sequestro preventivo di beni mobili e immobili per un importo totale equivalente a circa 500.000 euro.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook