14:15 31 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
407
Seguici su

La vittima, un'anziana signora di 88 anni, è morta intossicata dal fumo diffuso nei locali dell'abitazione in seguito all'esplosione dell'apparecchio domestico.

Una donna di 88 residente a Barbariga, nel bresciano, è morta in seguito all'esplosione del televisore. Il fumo sprigionato dall'apparecchio si è diffuso per le stanze dell'abitazione, in cui si trovava solo la vittima in quel momento, provocandone la morte per asfissia. 

Il corpo esanime della donna è stato rinvenuto dalla figlia, che una volta rientrata in casa ha trovato il corpo della madre riverso sul pavimento con la stanza piena di fumo. 

Sul posto sono accorsi i carabinieri per i primi accertamenti, che avrebbero confermato il collegamento fra il decesso della donna e l'esplosione dell'apparecchio televisivo. Le prime ipotesi sono di incendio scoppiato a causa di un corto circuito. 

Secondo i dati dell'Istituto Superiore di Sanità (Iss), le persone maggiormente esposte agli incidenti domestici sono donne, bambini sino ai 5 anni, persone meno istruite o in cerca di lavoro stabile. In particolare, per i soggetti con età superiore ai 65 anni, all'incidente domestico è associato un maggiore rischio maggiore. 

In media in Italia avvengono ogni anno più di 3 milioni di incidenti domestici, che interessano oltre 3,5 milioni di persone, secondo i dati diffusi dall'Istat. 

Tags:
Incidente, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook