15:20 24 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
130
Seguici su

Aurelio Visalli, sottoufficiale della Guardia Costiera di 40 anni, è scomparso fra le acque dopo aver salvato un ragazzo di 15 anni in difficoltà in mare.

Finisce tragicamente la ricerca del secondo capo della Guardia Costiera scomparso tra le acque dopo aver salvato un ragazzo di 15 anni che stava per annegare in mare.  Il corpo senza vita di Aurelio Milazzo, 40 anni, è stato ritrovato questa mattina da un mezzo della Guardia Costiera sul litorale di Milazzo, in provincia di Messina. 
Ne danno conferma ufficiale i vigili del fuoco e la Capitaneria della cittadina messinese con una nota, in cui viene espresso il cordoglio del Comando generale per la famiglia. 

​A ritrovare la salma in mare sono stati gli stessi compagni del sotto-ufficiale, a bordo della motovedetta sui cui prestava servizio. Il ritrovamento è avvenuto a nord del punto dove il militare era stato visto l'ultima volta, ad una cinquantina di metri dalla “puntitta”, la costa ella baia del Tono. Il corpo del sottufficiale è stato trasportato con la stessa motovedetta fino al porto e poi all’obitorio dell’ospedale di Milazzo.

Visalli si era lanciato in acqua per salvare un adolescente di 15 anni in balia di onde alte 7 metri, nella mattinata di sabato. Il ragazzo aveva deciso di fare il bagno con un amico nonostante le avverse condizioni del tempo.

"In queste ore di profondo dolore, stringo in un forte abbraccio la famiglia, gli amici ed i colleghi del Sottufficiale. Alla moglie, ai figli, ai suoi affetti più cari esprimo sentimenti di profondo cordoglio, ha scritto sui social il sottosegretario alla Difesa, Angelo Tofalo.

"Un dolore immenso per tutta la Difesa. Il suo è stato un gesto eroico, non ha esitato infatti ad intervenire per soccorrere due ragazzi, di 13 e 15 anni, in difficoltà nel golfo di Milazzo. Aurelio, 40 anni, ha dimostrato grande coraggio e altruismo, qualità proprie dei nostri militari che non esitano a mettere a rischio la propria vita per l’incolumità altrui", ha sottolineato.

Il sottosegretario ha espresso vicinanza anche al Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Giovanni Pettorino, al Capo di Stato Maggiore della Marina Militare Ammiraglio di Squadra Giuseppe Cavo Dragone e a tutto il personale della Marina Militare.

.

Tags:
Sicilia, Guardia Costiera, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook