05:50 24 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
0 04
Seguici su

I quattro soggetti erano stati individuati per ben 11 volte in meno di un mese nell'area in cui sono poi state rinvenute circa 200 piante di marijuana.

Nella prima mattinata di ieri, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria, i Carabinieri della Compagnia di Villa San Giovanni hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di applicazione della custodia cautetelare in carcere nei confronti di quattro individui, ritenuti responsabili di produzione e detenzione di sostanze stupefacenti in concorso. Lo riporta il Corriere della Calabria.

L'intuiziano dei militari della Stazione Carabinieri di Calanna, che avevano notato dei movimenti anomali di persone, hanno permesso alle forze dell'ordine di individuare un'area del demanio che veniva utilizzata per la produzione di marijuana.

Le indagini degli inquirenti hanno permesso di raccogliere numerose prove a carico dei quattro soggetti, che dal 1° agosto al 12 settembre 2020 si sono recati per ben 11 volte in una porzione di terreno sito in località Lambusa della Frazione Milanesi del Comune di Calanna, dove venivano coltivate circa 200 piante di marijuana, irrigate per mezzo di un ingegnoso impianto di irrigazione.

I soggetti sono quindi stati individuati e rintracciati per poi essere messi agli arresti e trasferiti presso la Casa Circondariale di palmi, dove sono stati messi a disposizione dell'Autorità GIudiziaria in attesa dell'interrogatorio di garanzia.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook