14:32 24 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
32755
Seguici su

Esponenti del Partito Democratico propongono che la canzone simbolo della Resistenza partigiana venga insegnata a scuola a partire dal 2020/2021. E gli utenti di Twitter si dividono.

Assegnato alla Commissione Affari costituzionali e Cultura della Camera il progetto di legge sul "Riconoscimento della canzone 'Bella Ciao' quale espressione popolare dei valori fondanti della nascita e dello sviluppo della Repubblica".

Il progetto è frutto dell'iniziativa di un gruppo di parlamentari del PD – tra cui Piero Fassino, Michele Anzaldi, Stefania Pezzopane, Patrizia Prestipino e Gian Mario Fragomeli – ed è stato presentato a Montecitorio il 30 aprile.

Secondo il progetto la canzone andrebbe insegnata anche nelle scuole nell'ambito dello studio sulla Seconda Guerra Mondiale e sulla Resistenza. 

"Non meno importante, infine, la legge dispone anche che in tutte le scuole, all'insegnamento dei fatti legati al periodo storico della Seconda Guerra Mondiale, della Resistenza e della lotta partigiana, venga affiancato anche lo studio della canzone 'Bella Ciao'", cita il progetto di legge.

Intanto gli utenti di Twitter si dividono: da una parte c'è chi ritiene il progetto di legge inopportuno viste le altre priorità del popolo italiano, dall'altra chi considera la cosa legittima poiché la canzone è il simbolo della Resistenza e quindi di ideali quali libertà e democrazia.

Tra i detrattori c'è chi crede che la scuola abbia altre priorità...

... e chi sottolinea come le abbia anche tutto il resto del popolo italiano.

Tra i favorevoli, c'è chi pensa che debba diventare l'inno nazionale...

... e chi già la eseguita affianco all'inno di Mameli.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook