01:02 30 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
6112
Seguici su

La Alan Kurdi è nel porto di Olbia, i 125 migranti sono ora sottoposti a tampone e poi risaliranno a bordo della nave in attesa dell'esito. La Lega protesta nel porto con suoi esponenti.

La Alan Kurdi ha attraccato alla banchina Industriale Sud del porto di Olbia lontana dal resto delle attività portuali.

I migranti a bordo, 125 di cui 50 minori, sono in queste ore sottoposti a tampone rinofaringeo per escludere la presenza tra loro del nuovo coronavirus. Al termine delle operazioni attenderanno l’esito del tampone a bordo dell’imbarcazione dell’Ong Sea-eye.

Ricevuto l’esito del tampone, mentre l’equipaggio dovrà sostare 14 giorni in quarantena a bordo della Alan Kurdi, 25 migranti verranno ospitati dalla Prefettura di Olbia presso una struttura indicata, mentre gli altri migranti sono destinati a essere ospitati presso strutture di accoglienza di altri partner europei.

Tensione al porto di Olbia con esponenti della Lega

Appresa la notizia il parlamentare della Lega per Salvini premier Eugenio Zoffili, l’assessore regionale ai Trasporti Giorgio Todde e i consiglieri regionali sardi Michele Ennas e Annalisa Mele, si sono precipitati al porto di Olbia per presenziare alle operazioni di sbarco dei migranti.

Solo Zoffili è potuto entrare mostrando il tesserino da parlamentare, mentre gli altri sono rimasti all’esterno bloccati dalle forze dell’ordine.

A questo punto la voce dei consiglieri si è elevata alta nei confronti delle forze di polizia, affermando che stavano “negando ai rappresentanti dei sardi di sovrintendere a questa operazione senza alcun senso”.

In seguito il deputato Zoffili ha mostrato solidarietà con le forze dell’ordine riconoscendo che non hanno alcuna colpa e che la responsabilità è “di questo governo di incapaci che consente l’ennesimo sbarco di clandestini in terra sarda”.

Oltre ai politici leghisti, in disparte, è giunto al porto di Olbia un gruppo di fan della Lega con tanto di bandiere ufficiali del partito su cui era possibile leggere gli slogan: “Prima l’Italia” e “Salvini premier”.

Il video messaggio di Salvini

“Perché una nave tedesca diretta in Francia dopo essere stata respinta da Malta con 125 clandestini a bordo sta sbarcando proprio ora in Italia, a Olbia? Non è generosità, non è solidarietà: significa farsi prendere in giro. Punto. Ringrazio il deputato Eugenio Zoffili che in questo momento, insieme a consiglieri e militanti sardi, sta cercando di bloccarne lo sbarco in Sardegna.”

Lo ha scritto Matteo Salvini su Facebook postando con il messaggio anche un video di protesta.

Zoffili seduto davanti la Alan Kurdi

Come riporta Salvini sulla sua pagina Facebook, con tanto di fotografie, il deputato leghista Zoffili si è seduto davanti la Alan Kurdi in segno di protesta.

Il deputato leghista è il “presidente del Comitato parlamentare Schengen (che ha tra i propri compiti il ruolo di vigilanza e controllo in materia di immigrazione)”, scrive Salvini.

Correlati:

Seawatch reagisce al fermo di Alan Kurdi e Aita Mari: "Governo accanito contro le ong"
Migranti, 114 persone soccorse da Alan Kurdi al largo della Libia
Sardegna, nave Alan Kurdi si proteggerà da mal tempo nel porto di Arbatax
Tags:
Crisi dei migranti, Migranti
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook