11:48 30 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
Il processo a Matteo Salvini per il caso Gregoretti (35)
270
Seguici su

Depositata la memoria difensiva di Matteo Salvini per il Gup di Catania in vista dell'udienza del 3 ottobre, la prima del processo per la vicenda del mancato sbarco di 131 migranti bloccati a bordo della nave Gregoretti tra il 27 e il 31 luglio.

Depositata la memoria difensiva di Matteo Salvini per il Gup di Catania, in vista dell’udienza del 3 ottobre per il processo relativo alla vicenda del mancato sbarco di 131 migranti bloccati a bordo della nave Gregoretti, a cui dal 27 luglio al 31 luglio 2019 fu negato il diritto di sbarco, concesso appunto il 31.

L'udienza preliminare, disposta dopo l'autorizzazione a procedere concessa dal Senato nei confronti di Salvini, accusato di sequestro di persona e rifiuto di atti di ufficio, è fissata per le ore 9.30 del 3 ottobre al tribunale di Catania.

La memoria difensiva contiene più di 50 pagine per smontare l’accusa di sequestro di persona pluriaggravato per cui il senatore rischia fino a quindici anni di carcere; in aggiunta alcuni allegati tra cui la fittissima corrispondenza intercorsa nei giorni della vicenda tra la presidenza del Consiglio, il ministero degli Esteri, la Commissione europea e vari Paesi UE per il ricollocamento, a dimostrazione che l’accordo era indispensabile per consentire lo sbarco. Così fonti della Lega ne sintetizzano il contenuto.

Riguardo il ricollocamento, il leader della Lega chiama a sua difesa dichiarazioni del premier Conte del 28 dicembre 2019: "Per quanto riguarda le ricollocazioni abbiamo sempre a livello di Presidenza, anche con l’ausilio del Ministero degli esteri, lavorato noi per ricollocare e quindi consentire poi lo sbarco".

"Si tratta di principi in materia di accoglienza e di ricollocamento delineati dalle conclusioni del Consiglio europeo del 28 giugno 2018. Non a caso, la sera del 26 luglio 2019, l’ambasciatore Maurizio Massari – Rappresentante permanente dell’Italia presso l’Unione europea – informò alcuni rappresentanti della Presidenza del Consiglio e dei ministeri coinvolti circa i contatti in corso per la redistribuzione dei migranti, notiziandoli della disponibilità generica offerta da Germania, Francia, Irlanda e Lussemburgo, nonché del possibile esito positivo dei contatti con Finlandia, Portogallo, Slovenia, Lituania e altri, al contempo avvertendoli che occorreva mettere 'in conto il ritardo nelle risposte dovuto al weekend estivo", recita la memoria difensiva.

Procedure che sarebbero poi state seguite anche nella vicenda della nave Ocean Viking dell'ottobre 2019. 

Salvini, oltre a far presente che sulla nave erano presenti due scafisti, ribadisce che più di 100 immigrati sono rimasti a bordo della nave, senza pericoli e con massima assistenza, in attesa soltanto dell tempo necessario per concordare con altri Paesi europei il loro trasferimento. Il tutto in pieno accordo col governo italiano, Ministero dei Trasporti - deputato all'assegnazione del luogo di sbarco - compreso. 

La memoria difensiva si sofferma anche sul fatto che a bordo non vi fossero casi sanitari gravi e che una donna incinta fosse già fatta sbarcare con i familiari. Ai minori permesso lo sbarco il 29 luglio. Inoltre non sarebbero risultati episodi di insofferenza e sono stati garantiti tre pasti completi al giorno con cucine in ottime condizioni igienico-sanitarie.

Salvini respinge con forza che possa configurarsi il sequestro di persona anche perché "non si è verificata alcuna illecita privazione della libertà personale, in attesa dell’organizzazione del loro trasferimento presso la destinazione finale". 

Infine, la conclusione.

"Concludo ricordando le parole con le quali ho assunto l’incarico di Ministro dell’interno: ho giurato di essere fedele alla Repubblica, di osservare lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell'interesse esclusivo della Nazione. È con questo spirito che ho sempre agito da Ministro dell’interno, nel rispetto dei miei doveri e della volontà del popolo sovrano", conclude Salvini.
Tema:
Il processo a Matteo Salvini per il caso Gregoretti (35)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook