13:55 24 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
La devastante esplosione presso il porto di Beirut (61)
1 0 0
Seguici su

Ritorna in Italia Nave San Giusto della Marina Militare dopo la missione umanitaria a Beirut per portare sollievo alla popolazione duramente colpita dall'esplosione.

Sta facendo rotta verso l’Italia nave San Giusto della Marina Militare italiana, per 30 giorni impiegata in Libano in supporto della popolazione di Beirut colpita dalla potente esplosione nel porto lo scorso 4 agosto.

La nave era impegnata nella missione interforze “Emergenza Cedri” voluta dal Ministro della difesa Lorenzo Guerini per portare sollievo alla popolazione libanese.

La nave era partita dalla banchina Garibaldi dell’Arsenale militare di Brindisi lo scorso 18 agosto con a bordo materiale ed attrezzature dell’Esercito, tra cui un ospedale da campo dotato di un modulo radiologico, un laboratorio biologico per le analisi e l’effettuazione dei tamponi covid-19, un modulo di terapia intensiva e un modulo chirurgico con due letti operatori.

​L’ospedale da campo era dotato anche di un modulo pediatrico e di una farmacia, oltre ad alcune sale ambulatoriali e di sterilizzazione.

Alla missione ha contribuito anche l’Aeronautica Militare che con i C-130J ha trasportato il personale medico specialista e aiuti umanitari.

Le peculiarità tecnico-operative di Nave San Giusto hanno inoltre permesso di imbarcare uomini e mezzi dell'Esercito impiegati poi a Beirut per la rimozione delle macerie. A bordo vi era anche un elicottero della Marina Militare MH-101.

Tema:
La devastante esplosione presso il porto di Beirut (61)

Correlati:

Macron e i meme sulla sua costante presenza in Libano
Libano, sono oltre 85mila gli edifici ripuliti dopo l’esplosione nel porto di Beirut
Esplosione in Libano, colpito un obiettivo di Hezbollah
Tags:
Marina Militare, Libano
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook