14:30 24 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
213
Seguici su

La nave Alan Kurdi per ora ottiene di potersi riparare nel porto di Arbatax in Sardegna per evitare di navigare in condizioni di mal tempo crescenti.

“L 'ALAN KURDI raggiungerà il porto di Arbatax in Sardegna tra poche ore. Le autorità italiane ci hanno contattato mercoledì a mezzanotte dopo 5 giorni (! ) per discutere il 'coordinamento' e offrire protezione meteorologica alla nave nel porto di Arbatax.”

Lo ha scritto la ong Sea-Eye su Facebook proprietaria della nave per il soccorso in mare dei migranti.

A bordo della Alan Kurdi ci sono ancora 125 migranti in navigazione da oltre cinque giorni, di cui 62 sono minori, dopo l’evacuazione di due donne, 5 bambini e due uomini.

La ong denuncia che in questi giorni hanno più volte chiesto alle nazioni più vicine di ottenere l’assegnazione di un porto sicuro, ma ciò non è mai avvenuto. La richiesta è stata fatta a Italia, Malta, Germania e Francia e anche al Ministero degli Esteri tedesco, “ma nessun centro di controllo ha risposto”.

La Alan Kurdi stava facendo rotta verso il porto di Marsiglia in Francia quando è stata contattata dalle autorità italiane.

Ieri la diplomazia francese aveva ufficialmente chiesto all’Italia di farsi carico delle richieste provenienti dalla Alan Kurdi.

Alla Alan Kurdi serviva necessariamente un porto dove rifugiarsi perché già a partire da questa sera il Mediterraneo sarà interessato da una ondata di mal tempo con raffiche di vento oltre i 50 km/h e un calo delle temperature significativo.

Correlati:

Alan Kurdi, Guardia costiera dispone il fermo amministrativo della nave
Seawatch reagisce al fermo di Alan Kurdi e Aita Mari: "Governo accanito contro le ong"
Migranti, 114 persone soccorse da Alan Kurdi al largo della Libia
Tags:
Crisi dei migranti, Flusso migranti, Migranti
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook