15:07 31 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
1 0 0
Seguici su

Dopo l'estate bollente Coldiretti lancia l'allerta maltempo, con il raccolto a rischio a causa dei violenti temperali e nubifragi.

L'inizio dell'autunno è segnato da un'ondata di maltempo che ha colpito la penisola a macchia di leopardo, con violenti temporali e nubifragi. Danni nelle campagne a causa della grandine, caduta nella provincia di Foggia alla vigilia del raccolto delle olive. E' quanto emerge dal monitoraggio di Coldiretti sugli effetti della nuova perturbazione che arriva a cavallo tra la fine del periodo estivo e i primi giorni d'autunno.

Un'estate bollente, caratterizzata da una temperatura più elevata e un clima tropicale durante il quale si sono verificate ben 8 tempeste al giorno lungo tutta la penisola, con ingenti danni in frutteti, vigneti, serre e coltivazioni allagate, in base dell’elaborazione di Coldiretti su dati dell’European Severe Weather Database (Eswd).

Sono 750 gli eventi estremi che si sono verificati durante l'estate 2020, secondo Coldiretti causati "dall’enorme energia termica accumulata nell’atmosfera" in un anno in cui la temperatura è stata di 1.05 gradi più elevata rispetto alla media storica, classificandosi tra le più bollenti degli ultimi 200 anni, sulla base dell’analisi Coldiretti su dati Isac Cnr relativi ai primi otto mesi. 

"Siamo di fronte alle conseguenze dei cambiamenti climatici con una tendenza alla tropicalizzazione che si manifesta con grandine di maggiori dimensioni, una più elevata frequenza di manifestazioni violente, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi e intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo", sottolinea la Coldiretti, che stima di oltre 14 miliardi di euro in un decennio i costi dei cambiamenti climatici sull'agricoltura. 

 

Tags:
maltempo, Coldiretti, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook