13:45 31 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
113
Seguici su

I lavoratori in stato di agitazione sono in presidio dalle 7:00 di martedì mattina davanti ai cancelli dello stabilimento di Taranto e hanno indetto 24 ore di sciopero di dipendenti e indotto per giovedì 24 settembre.

L'ex Ilva è di nuovo sotto i riflettori per le proteste dei lavoratori, di nuovo in agitazione davanti a uno stallo delle trattative con Arcelor Mittal per l'ingresso dello Stato nella Newco. "La fabbrica è insicura", denunciano i rappresentanti dei lavoratori in un comunicato congiunto di Fiom, Fim, Uilm e Usb, con cui si annuncia una nuova ondata di mobilitazioni per salvare lo stabilimento, che vive il "suo peggior momento di crisi". 

"Sono oramai pesantissime ed inaccettabili le ricadute determinatesi attorno alla vertenza ArcelorMittal, dove multinazionale e governo hanno deciso ciò che questo territorio non merita: ovvero di non decidere", scrivono i sindacati.

Dalle 7 di questa mattina i lavoratori si sono radunati ai cancelli dello stabilimento di Taranto, presso la portineria C della fabbrica per non consentire la commercializzazione dei prodotti all'ingresso e all'uscita del valico.  

"#ArcelorMittal Ex #ILVA continua un silenzio inaccettabile da parte del #Governo su una vertenza che ormai si trascina da anni. Da questa mattina blocco della portineria C dove transitano le merci in entrata e uscita", scrive la Uilm in un tweet.

Una mobilitazione, la prima di una serie previste durante la settimana, lanciata in segno di protesta contro la "condizione di abbandono ed insicurezza degli impianti e dei lavoratori sono divenute tali da non poter permettere ulteriori considerazioni di circostanza sulla profonda lacerazione di un sistema che, ad ogni ora che trascorre, fa tremare e mette a serio rischio l’incolumità delle persone". Una serie di condizioni che rischiano ci compromettere la capacità produttiva e di portare alla chiusura dello stabilimento. 

I lavoratori puntano il dito contro la "scontata incertezza sulle reali intenzioni del Governo italiano", che "si ostina a non convocare un incontro chiarificatore per il futuro" della fabbrica e chiedono al prefetto di Taranto una convocazione immediata. 

Al presidio di oggi seguirà una giornata di sciopero di 24 ore dei lavoratori Arcelor Mittal e dell'indotto, indetta per giovedì 24 settembre contestualmente a un presidio autoconvocato presso Palazzo Chigi a Roma.

Tags:
sciopero, Sindacati, Ilva, acciaio, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook