11:44 30 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
105
Seguici su

Un finanziere di pattuglia al seggio elettorale Parisi-De Santis di Foggia è stato derubato della sua pistola durante la notte. Secondo quanto ricostruito l'uomo sarebbe stato narcotizzato.

Durante la scorsa notte un militante della Guardia di Finanza che si trovava in servizio di vigilanza al seggio elettorale Parisi-De Santis di Foggia, in via Marchese de Rosa, ha subito il furto della pistola di ordinanza mentre era di pattuglia. 

Stando a quanto ricostruito, il militare sarebbe stato narcotizzato e si sarebbe svegliato verso le 4 del mattino accorgendosi poi di non avere più con sé la pistola di ordinanza, una beretta custodita nella fondina.

Il finanziere ha dato immediatamente l’allarme. Insieme all'uomo erano in servizio altri due militari della compagnia di Manfredonia. I ladri sono entrati attraverso una finestra nell’istituto sede di seggio elettorale.

Oltre alla pistola, i malviventi hanno portato via anche tre telefoni cellulari e un portafogli.

In Puglia, oltre che per il referendum, si vota anche per le elezioni del presidente ed il rinnovo della Giunta Regionale.

Le votazioni del 20 e 21 settembre

E' scattata ieri la due giorni elettorale in Italia, con gli aventi diritto che sono chiamati a rinnovare 962 giunte comunali, 7 giunte regionali e ad esprimere il proprio parere nel referendum popolare confermativo relativo all’approvazione del testo della legge costituzionale recante "Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari".

In totale sono 46 milioni i cittadini che possono recarsi alle urne per tracciare una X sulla scheda di colore verde chiaro, valida per il referendum, e su quelle per le votazioni regionali e comunali nelle suddivisioni amministrative dove si vota anche per il rinnovo della giunta.

Inoltre, in due collegi, rispettivamente in Veneto e Sardegna, si svolgono contestualmente le elezioni suppletive del Senato della Repubblica.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook