05:36 24 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
261
Seguici su

Risultati altri 60 positivi tra i migranti sulla Open Arms ferma davanti al porto di Palermo. Il governatore Musumeci commenta: "Vorrei che capissero che l'Europa è assente sul suo fronte più scoperto: il Mediterraneo. Lo hanno abbandonato e l'Occidente non può fare finta di niente".

Il Presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci ha commentato attraverso un post sul proprio profilo Facebook la scoperta di altri 60 migranti risultati positivi al Covid a bordo dell'Open Arms ferma davanti al porto di Palermo.

"Apprendo adesso che sono oltre 60 i positivi arrivati con la Open Arms a Palermo. A questi si aggiungono quelli già presenti in Sicilia e quelli che hanno test in corso. Il tutto mentre la 'zona rossa' istituita ieri si è rivelata una scelta tempestiva con il numero dei positivi nella comunità di Palermo cresciuto oltre le 100 unità. E poi Lampedusa di nuovo stracolma e altre Ong che pretendono di utilizzare i porti siciliani mentre stiamo scoppiando. Vorrei che ragionassero di questo al vertice europeo del 23 settembre. Vorrei che capissero che l'Europa è assente sul suo fronte più scoperto: il Mediterraneo. Lo hanno abbandonato e l'Occidente non può fare finta di niente. Il prezzo lo pagano la Sicilia e il resto d'Italia" ha dichiarato Musumeci.

​"C'e' una strafottenza senza precedenti una volgare strumentalizzazione che capovolge la realtà: quelli che difendono i diritti umani sono accusati di razzismo; quelli che se ne fregano della salute degli ultimi, sono pronti per la canonizzazione. In un mondo così, in un mondo che va al contrario, nessuno si deve poi lamentare se la paura genera insicurezza. E di insicurezza, si sa, si alimentano i totalitarismi, non le democrazie" ha concluso il governatore della regione Sicilia.

Braccio di ferro tra governo e regione

Nella giornata di venerdì il governo italiano ha autorizzato lo sbarco dell’imbarcazione della Ong Open Arms: i suoi 140 passeggeri verranno trasferiti sulla Allegra per trascorrere il periodo di quarantena.

L’autorizzazione è arrivata dopo che 124 migranti in due giorni si sono buttati in mare.

Agli inizi di settembre si è svolto un'incontro tra il capo del governo Giuseppe Conte, il presidente della Sicilia Nello Musumeci e il sindaco di Lampedusa Totò Martello, per risolvere l'emergenza migranti a Lampedusa.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook