01:15 30 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
0 01
Seguici su

Un giovane escursionista americano è morto sul colpo dopo esser precipitato per 150 metri da una scarpata del massiccio del Pasubio.

Un escursionista americano di 24 anni ha perso la vita dopo esser precipitato da una scarpata, mentre si trovava con un amico sul massiccio del Pasubio.

L'incidente è avvenuto nella mattina di sabato 19 settembre, mentre i due giovani percorrevano la Strada delle Gallerie. 

All'uscita della 23° galleria il ventiquattrenne ha perso l'equilibrio sul bordo di una scarpata ed è scivolato, precipitando nel vuoto per circa 150 metri. Il compagno ha dato immediatamente l'allarme alle 11.45, ma per il giovane non c'è stato nulla da fare. E' infatti morto sul colpo. 

Il corpo è stato rinvenuto mediante una ricognizione dell'elicottero di Verona emergenza, finito in uno dei numerosi canali a quota 1.500 d'altezza. La salma è stata recuperata grazie all'intervento di un uomo del soccorso alpino che si è calato dall'elicottero con un verricello, per essere poi trasportata al rifugio Balasso e affidata al carro funebre in presenza dei carabinieri. 

L'altro escursionista, in stato di shock, è stato assistito da alcuni soccorritori che lo hanno accompagnato a valle.   

Nei giorni scorsi un'altra sciagura in alta montagna si è verificata sul massiccio del Monte Bianco: un alpinista, impegnato nella salita del Grandes Jorasses è scivolato quando si trovava a quota 3.900 metri, ed è precipitato per un centinaio di metri finendo in un crepaccio. 

Tags:
Alpi, Incidente, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook