14:11 31 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
0 11
Seguici su

La nuova ordinanza è stata emanata nella mattinata odierna in seguito alla firma del governatore Luca Zaia.

Nella Regione Veneto sarà possibile assistere agli eventi sportivi per un massimo di 1.000 spettatori negli impianti sportivi all'aperto e 700 per quelli al chiuso.

E' quanto previsto da un'ordinanza firmata dal governatore Luca Zaia e che sarà effettiva a partire dalla giornata odierna e fino a tutto il 3 ottobre prossimo.

Il testo della normativa prevede che i tifosi abbiano "l'obbligo di occupare per tutta la durata dell'evento esclusivamente i posti a sedere specificamente assegnati, con divieto di collocazione in piedi e di spostamento di posto, assicurando tra ogni spettatore seduto una distanza minima laterale e longitudinale di almeno un metro".

Obbligatorio anche l'utilizzo dei dispositivi di protezione individuali per tutta la durata dell'evento per quanto riguarda le esibizioni al chiuso, mentre per quanto riguarda gli eventi all'aperto sarà necessario indossare la mascherina dall'ingresso nell'impianto fino al raggiungimento del proprio posto segnato e ogniqualvolta si deciderà di allontanarsi da quest'ultimo.

Viene inoltre indicato "l'utilizzo di tecnologie digitali" al fine di facilitare gli ingressi ed evitare "prevedibili assembramenti, oltre che per garantire una migliore registrazione degli spettatori; si impone inoltre dei varchi per l'accesso del pubblico, ai quali sarà previsto anche il controllo della temperatura corporea, oltre che dei biglietti.

Vietato invece l'ingresso con striscioni e bandiere, mentre per quanto concerne il deflusso al termine dell'evento sportivo è prevista un'uscita a scaglioni da parte degli spettatori.

Verona-Roma a porte chiuse

La nuova norma non sarà però implementata per Hellas Verona-Roma, che si terrà a porte chiuse con gli unici ingressi che saranno quelli a invito.

Tale decisione è stata presa, come confermato all'Ansa da fonti vicine alla società gialloblù, in ragione dei tempi troppo stretti rispetto all'emanazione dell'ordinanza regionale per poter organizzare la vendita dei tagliandi di ingresso e  il servizio di assistenza interna.

Il Covid-19 in Veneto

Fino ad oggi sono 25.423 i casi accertati di coronavirus SARS-CoV2 nella Regione Veneto, dato comprensivo di vittime e guarigioni. Nella giornata di ieri sono stati registrati 176 nuove positività in regione, a fronte di nessun nuovo decesso.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook