13:44 21 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
102
Seguici su

Dopo la positività al SARS-CoV2 di uno studente, il preside dell'istituto San Giuseppe De Merode, noto liceo privato romano situato in piazza di Spagna, ha optato per la chiusura temporanea dell'istituto scolastico.

Nonostante la Asl abbia dato parere positivo ad isolare unicamente gli alunni e i docenti venuti a contatto con il ragazzo, il preside ha comunque optato per la misura più drastica della chiusura temporanea fino al 1° ottobre. Lo riferisce Il Corriere della Sera.

Tale soluzione, che resterà in essere fino al prossimo primo di ottobre, è stata adottata nonostante l'Asl avesse dato il semaforo verde per isolare unicamente i compagni di classe e i docenti entrati in contatto con l'alunno.

Per evitare ulteriori complicazioni nell'ambito di un liceo frequentato anche da moltissimi ragazzi appartenenti a famiglie "vip" della capitale, la dirigenza scolastica ha tuttavia deciso di optare per la misura più estrema, andando ad interrompere, seppur provvisoriamente, la didattica in presenza per tutti e 400 i discenti della scuola.

Contestualmente il preside ha comunicato l’annullamento della cerimonia di inaugurazione dell’anno scolastico, prevista originariamente per sabato 26 settembre.

Tutte le lezioni previste per il periodo compreso in queste due settimane saranno svolte in formato online.

Il Collegio San Giuseppe - Istituto De Merode è una scuola cattolica diretta dai Fratelli delle Scuole Cristiane, congregazione di religiosi fondata nel 1680 da S. Giovanni Battista De La Salle.

Tra i banchi del De Merode hanno studiato volti di spicco dell'Italia di oggi e di ieri, tra cui l'attuale presidente del Coni, Giovanni Malagò, e il suo predecessore, Gianni Petrucci, i politici Ignazio Marino e Antonio Tajani, lo scomparso direttore del Messaggero, Pietro Calabrese, e il poeta romano Trilussa.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook