10:43 20 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
322
Seguici su

I presunti assassini del giovane Willy Duarte assassinato a Colleferro percepivano il reddito di cittadinanza. La scoperta è stata fatta dalla Guardia di Finanza durante le indagini patrimoniali sugli indagati.

Secondo le indagini della Guardia di Finanza, Marco e Gabriele Bianchi, Francesco Belleggia e Mario Pincarelli, avrebbero percepito il reddito di cittadinanza pur non avendone pieno diritto.

Secondo la Guardia di Finanza, che li ha denunciati per violazione della normativa sull’assegnazione della misura di sostegno al reddito, i quattro presunti assassini di Willy Duarte dovranno restituire all’Inps 33mila euro.

I giovani dal carcere e dagli arresti domiciliari, attraverso i loro legali, fanno sapere di non avere mai richiesto il reddito di cittadinanza e di non sapere neppure di cosa si tratta.

La vita sopra le possibilità economiche

A destare i sospetti della Guardia di Finanza le immagini postate dai giovani sui social network, che li mostrano in hotel e location di lusso.

Da qui le indagini, ormai a 360 gradi sulla vita dei quattro, sono state indirizzate verso il loro patrimonio per verificare la loro posizione nei confronti del Fisco italiano.

Salvini contro l’Inps

Appena appresa la notizia dai giornalisti, Matteo Salvini non si è lasciato scappare l’occasione per chiedere le dimissioni del presidente dell’Inps Pasquale Tridico.

Secondo Salvini non è possibile che l’Inps erogasse il reddito di cittadinanza a questi giovani che non ne avevano diritto, mentre non riusciva a erogare la cassa integrazione a chi invece ne aveva pieno diritto.

A Salvini non va giù il fatto che questi giravano in SUV e con abiti firmati addosso e prendevano anche il reddito di cittadinanza, mentre la famiglia di Willy era umile e lavoratrice.

“Va bene così?”, si domanda Salvini.

Correlati:

Odiatori professionisti a favore uccisione Willy Duarte: aperta indagine
Conte sull’uccisione di Willy Duarte: dobbiamo interrogarci tutti
Omicidio Willy Duarte. Accusati si difendono: non lo abbiamo toccato, mancano testimoni
Tags:
reddito di cittadinanza
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook