06:09 24 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
134
Seguici su

Sono bastati il titolo e la locandina del nuovo film di Enrico Vanzina a scatenare la reazione degli utenti dei social network, che accusano il regista di aver scherzato su un tema doloroso e delicato.

Uscirà nei cinema italiani il 15 ottobre 'Lockdown all'italiana', film diretto da Enrico Vanzina con Ezio Greggio, Martina Stella, Ricky Memphis e Paola Mariscotti.

La commedia è ambientata durante il lockdown e si focalizza - a giudicare dalla locandina - su alcune azioni tipiche di quella fase, come lo smart working, gli esercizi di fitness e la costante igienizzazione.

Pubblicata dalla casa di produzione, Medusa Film, la locandina del film, annunciato come "una commedia mai così attuale".

Gli utenti però non la pensano come Medusa e gli hashtag #martinastella e #LockdownAllitaliana scalano le tendenze.

C'è chi posta le foto della pandemia per dimostrare che non è un fenomeno sul quale fare ironia.

​Altri vedono nel film la realizzazione concreta della predizione della serie TV 'Boris'.

Critiche anche ai protagonisti del film e ai loro ruoli visti come decisamente stereotipati.

Alcuni si prodigano in un paragone ironico e ad effetto.

Non tutte critiche però si levano da Twitter: se non vanno fatti film su temi delicati, che dire di 'Smetto quando voglio', che racconta la vicenda di ricercatori universitari che diventano spacciatori di droga?

​Infine la condanna all'atteggiamento che vede due pesi e due misure: perché condannare Vanzina quando in tantissimi hanno raccontato il lockdown con ironia?

Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook