15:08 31 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
551
Seguici su

Temperatura a scuola in Piemonte, il Tar rigetta l'impugnazione della Azzolina. Resta in vigore l'ordinanza Cirio che prevede la misurazione della temperatura all'esterno delle scuole.

Il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, aveva con ordinanza imposto la misurazione della temperatura degli alunni all’esterno delle scuole fino al 14 ottobre prossimo.

Il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina e il ministro della Salute Roberto Speranza, si erano rivolti al Tar Piemonte per chiedere la sospensione dell’ordinanza, per far valere la normativa nazionale che impone la misurazione della temperatura a casa, demandando ai genitori e agli adulti la responsabilità di controllare la temperatura.

Tuttavia il Tar Piemonte non ha ritenuto valido il ricorso dei due ministeri e così ha respinto la sospensiva.

L’ordinanza del governatore del Piemonte Cirio resterà quindi in vigore fino alla sua naturale scadenza fissata al 14 ottobre.

Altre Regioni misureranno la temperatura a scuola

La Regione Piemonte non è l’unica ad aver previsto la misurazione della temperatura a scuola.

Mercoledì 16 settembre il governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca ha fatto sapere che sono in fase di distribuzione i termoscanner per le scuole, i quali saranno utilizzati per verificare la temperatura agli alunni e alle alunne prima del loro ingresso in classe.

Correlati:

Scuola tra stop elezioni e sciopero docenti confermato il 24 e 25 settembre
Si torna a scuola, attenzione all’impatto psicologico sui bambini
Ancona: incendio sotto controllo al porto, ma scuole e parchi restano chiusi - Video
Tags:
Scuola
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook