14:24 27 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
620
Seguici su

Dal 17 al 27 settembre nelle piazze centrali delle capitali europee, si svolgeranno concerti dal vivo delle "CANZONI DELLA VITTORIA" con la partecipazione del Coro Turco e del gruppo artistico SOPRANO.

La maratona inizierà all'aeroporto internazionale Sheremetyevo prima della partenza degli artisti. Giovedì 17 settembre, alle 9.30 dell'orario locale (8.30 in Italia), i musicisti si esibiranno in un evento musicale estemporaneo nella sala registrazioni del Terminal D. Insieme a tutti i passeggeri e ai dipendenti dell'aeroporto, i famosi gruppi eseguiranno le canzoni preferite di diverse generazioni: canzoni sulla pace, sull'eroismo e sull'amore. Il concerto diventerà il simbolo dell'intera maratona di "Canzoni della Vittoria" e l'aeroporto internazionale di Sheremetyevo sarà il luogo da cui i nostri artisti andranno alla scoperta dell'Europa.

Quest'anno il progetto si svolge con lo slogan "Musica per la pace e la salute". Alla maratona hanno aderito: Austria, Germania, Ungheria, Slovenia, Slovacchia, Italia.

A Torino è possibile assistere a un concerto dal vivo il 22 settembre al Castello del Valentino alle 19.30 dell'orario locale, mentre a Roma il 23 settembre a Cinecittà sempre alle 19.30.

Tra il 2017 e 2019 le "Canzoni della Vittoria" (Unity Songs) si sono svolte in 2 continenti tra 14 Stati e 17 città, attirando oltre 1 milione di visitatori e 15 milioni di spettatori sul web. Questo progetto mira a preservare il legame tra il tempo e le generazioni. Per la prima volta le "Canzoni della Vittoria" sono state cantate a Mosca sulla collina Poklonnaya nel 2015 come parte della celebrazione del 70° anniversario della Vittoria, radunando la cifra record di 105mila persone. Nel 2017 il progetto ha acquisito un carattere internazionale ed è stato realizzato nella centralissima piazza Gendarmenmarkt di Berlino, a un chilometro dal Reichstag, registrando la presenza di circa 20mila spettatori e 8 milioni di visualizzazioni online. Nel 2018, il progetto si è trasformato in un'intera maratona culturale e storica: in 10 giorni le "Canzoni della Vittoria" sono state eseguite in 8 Paesi del mondo: Francia, Slovenia, Austria, Germania, Bielorussia, Russia (Mosca), Israele e Stati Uniti.

Il senatore dello Stato di New York Luis Sepúlveda ha osservato che questo "progetto a New York è diventato un vero evento sensazionale culturale ed ha unito l'umanità".

Nel maggio 2019 gli artisti hanno viaggiato in 12 Paesi, 14 città e 2 continenti. Le "Canzoni della Vittoria" sono state ascoltate in Italia, Francia, USA, Canada, Polonia, Russia, Repubblica Ceca, Austria, Germania, Cina, Bielorussia. Lo status del progetto è cresciuto in modo significativo ed ha ottenuto il sostegno internazionale. Così, il presidente della Repubblica Ceca Milos Zeman ha dato il suo patrocinio a questo evento. Negli Stati Uniti le autorità locali hanno concesso il National Mall per le "Canzoni della Vittoria", il luogo in cui avviene l'insediamento del presidente degli Stati Uniti. A Berlino più di 150 citazioni del progetto si sono contate nei media tedeschi. Hanno parlato attivamente delle "Canzoni della Vittoria" alla TV austriaca, ungherese e berlinese. Nel gennaio 2020 gli artisti hanno lanciato la maratona panrussa "Canzoni della Vittoria". Nel maggio 2020 la realizzazione del progetto all'estero è stata rinviata per la sfavorevole situazione epidemiologica nel mondo dovuta alla pandemia di Covid-19. Questo settembre i concerti riprenderanno nelle capitali europee! Germania, Budapest, Ungheria, Italia, Slovenia, Germania ed altri Paesi parteciperanno alla maratona. Dopotutto, è stato dimostrato che il canto rafforza il corpo, migliora la respirazione e riduce lo stress.

Tags:
Storia, Seconda Guerra Mondiale, Musica, Cultura, Concerto, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook