11:06 01 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
7330
Seguici su

Il Codacons contro il vaccino influenzale che sarà distribuito a larga parte della popolazione della Regione Lazio. Il Tar dà ragione a Zingaretti perché servirà a ridurre afflusso ai pronto soccorso.

Il Codacons si era opposto all’obbligo del vaccino influenzale nella Regione Lazio imposto con ordinanza dal presidente Nicola Zingaretti, ma il Tar del Lazio ha respinto la richiesta di annullamento.

Il Lazio già ad aprile aveva annunciato che avrebbe obbligato tutti a fare la vaccinazione antinfluenzale e antipneumococcica allo scopo di ridurre i falsi positivi al Sars-CoV-2.

Come ha ricordato l’assessore alla Salute Alessio D’Amato, la scelta della Regione Lazio non fa altro che recepire una raccomandazione dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

La copertura vaccinale nel Lazio

Nel Lazio saranno obbligati a vaccinarsi tutti gli operatori sanitari e gli over 65 anni. L’obiettivo è garantire maggiore sicurezza sanitaria alla popolazione. In particolare la copertura pneumococcia riduce gli effetti avversi causati da una polmonite.

La vaccinazione ridurrà inutili afflussi di persone presso i pronto soccorso degli ospedali.

Correlati:

Coronavirus: Filippine daranno priorità a vaccino russo o cinese - Duterte
Arabia Saudita firma accordo con la Russia per consegna e produzione congiunta del vaccino Sputnik V
Germania vuole maggiori informazioni sul vaccino russo anti-Covid - ministro della Salute tedesco
Tags:
influenza, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook