00:45 24 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
119
Seguici su

Il ministro della Scuola ha ribadito la necessità di fornire agli studenti italiani un arredo consono alla situazione epidemiologica e all'avanguardia.

Ospite su Canale 5 alla trasmissione "Live - Non è la d'Urso" alla vigilia della riapertura degli istituti scolastici, il ministro della Scuola Lucia Azzolina ha annunciato che entro la fine del mese di ottobre saranno consegnati 2,4 milioni di banchi nuovi, così come espressamente richiesto dai dirigenti scolastici.

In questo senso, è stato inoltre rimarcato che il nuovo arredo per le classi inizierà ad arrivare nelle regioni più colpite dalla pandemia, quali Alzano, Nembro, Bergamo, Brescia, Treviso ma anche Roma, e saranno pagati con i fondi del dl Rilancio, pari a circa 330 milioni di euro.

Nel corso del suo intervento, il ministro ha ribadito che la riapertura delle scuole avverrà in piena sicurezza, grazie anche ad un protocollo approvato dal Cts che riduce al minimo i rischi di contagio:

"Ci sono operatori formati, il distanziamento, ci sono le mascherine: al momento ne sono state inviate 94 milioni. Si stanno distribuendo in tranche. Quale altro luogo fuori dalla scuola ha le stesse regole? Faccio appello perché le stesse regole siano usate fuori dalla scuola".

In caso di positività, ha poi chiarito la Azzolina, i Bambini saranno sottoposti a test rapidi nelle Asl, dove saranno predisposti degli uffici dedicati:

"Se ci fosse un bambino a cui viene fatto il tampone e si scopre che è positivo, la scuola ha un registro di contatto e nelle Asl c'è un ufficio dedicato. Scuola e sanità si parlano. I test devono essere eseguiti nel modo più veloce possibile. Se necessario, si fanno test agli studenti e al personale scolastico. Il nostro compito non è chiudere le scuole, ma isolare i singoli casi. Daremo una mano economica ai genitori, nel caso in cui fosse necessario", ha dunque concluso

La riapertura delle scuole

Con la riapertura degli istituti scolastici e l'inizio dell'anno scolastico 2020-2021, circa 8,5 milioni di studenti e studentesse saranno chiamati a tornare dietro i banchi dopo oltre sei mesi in cui le scuole sono rimaste chiuse per via della pandemia da coronavirus.

Nella maggior parte delle regioni le scuole riapriranno quest'oggi, lunedì 14 settembre. In Alto Adige, invece, le lezioni sono già riprese il 7 settembre, mentre in Friuli Venezia Giulia aspetteranno il 16 e in Sardegna il 22 settembre.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook