02:42 20 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
113
Seguici su

Un incidente durante il pranzo di benvenuto trasforma le nozze di una coppia in tragedia. Una giovane sposa nel palermitano viene colpita in viso da una fiammata del flambé.

Trabia, nella provincia di Palermo, una giovane e novella sposa ha visto il proprio giorno trasformato in tragedia quando, subito dopo la cerimonia nuziale, quest'ultima è rimasta ustionata dal flambé di benvenuto e si trova ora ricoverata in ospedale in gravi condizioni.

L’incidente è avvenuto subito dopo l’ingresso della coppia in sala. All'inizio del ricevimento il maitre, per consentire la classica foto davanti a una pietanza flambé, ha provocato una fiammata più forte del previsto: la giovane in abito bianco è stata investita in pieno volto, lo sposo interviene senza esitazioni ma il vestito lungo col velo permette alle fiamme di espandersi.

La sposa 22enne, originaria di Borgetto, è stata investita dal fuoco al viso, sul collo, nelle spalle. Bruciano pure i capelli acconciati per l'occasione, mentre i circa duecento ospiti assistono attoniti all’immediata fine della festa e all'inizio di una tragedia. E' stato immediato il trasporto all’ospedale Civico del capoluogo siciliano, dove adesso la ventiduenne è ricoverata, non sarebbe in pericolo di vita ma rischia di restare segnata in maniera permanente.

Lo sposo ha 29 anni ed è di Partinico, paese vicino a Borgetto. Ora indagano i carabinieri, coordinati dalla Procura della Repubblica di Termini Imerese, per capire chi ha preparato la pietanza alla fiamma non dosando bene il liquido utilizzato per provocare l’effetto scenico col fuoco.

Nel periodo di pandemia anche i matrimoni hanno dovuto rallentare a causa del limite d'invitati e del rischio contagio. La Regione Puglia per sostenere l'economia regionale nel settore del turismo wedding ha pubblicato un avviso per promuovere un'iniziativa che garantisce un contributo di 1500 euro alle coppie che decideranno di sposarsi nel periodo che va dal 27 agosto al 31 dicembre 2020.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook