10:29 19 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
0 02
Seguici su

Le Ferrovie di Stato hanno annunciato l’incremento delle corse regionali nel giorno di riapertura delle scuole 14 settembre nel pieno rispetto delle norme anti-contagio.

Trenitalia si prepara per il riavvio dell’attività didattica, annunciando l’incremento delle tratte. Come riferisce il portale FSNews, con il ritorno degli alunni a scuola le corse regionali saranno circa 6.800 al giorno.

L’offerta di trasporto è aumentata per soddisfare la domanda di mobilità. Inoltre, Trenitalia con l’aumento delle tratte prevede di soddisfare le norme di sicurezza sul trasporto pubblico per contenere la diffusione del coronavirus, stabilite nel DPCM, aggiornato lo scorso 7 settembre.

Linee guida per il trasporto scolastico

L’ultimo DPCM ha stabilito le regole per il trasporto scolastico dedicato. Il documento pubblicato dal governo prevede:

  • igienizzazione, sanificazione e disinfezione del mezzo di trasporto almeno una volta al giorno;
  • areazione, ove possibile naturale, continua del mezzo di trasporto;
  • appositi detergenti per la sanificazione delle mani degli alunni;
  • rispetto delle distanze di sicurezza e salita sul mezzo e discesa da esso in maniera ordinata;
  • obbligo di mascherina;
  • riempimento dei mezzi pubblici fino all’80% della loro capienza massima.
Ritorno alla scuola

Quest’anno l’attività didattica riparte con un elenco di linee di guida stabilite dal governo per prevenire la diffusione del virus. Tuttavia, stando ad una recente indagine di Save The Children/Ipsos, il 70% dei genitori sono preoccupati per il ritorno in classe. Ad innescare l’ansia dei genitori sono l’incertezza circa le modalità di ripresa (60%), i rischi legati al mancato distanziamento fisico (51%) e gli orari di entrata/uscita da scuola che potrebbero non essere compatibili con gli impegni lavorativi dei genitori (37%), specialmente per i genitori di bambini di 4-6 anni (45%).

Intanto, mancano all'appello ancora 50mila docenti con una grossa carenza che si registra in Lombardia e almeno una scuola su quattro non potrà garantire il servizio di mensa scolastica, almeno nella parte iniziale dell'anno scolastico.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook