08:42 03 Dicembre 2020
Italia
URL abbreviato
4011
Seguici su

Il consigliere personale del ministro della Salute Speranza ha lanciato l'ennesimo appello all'utilizzo dell'applicazione per il tracciamento dei contagi da coronavirus.

Per limitare in maniera tempestiva ed efficace nuovi focolai di coronavirus in Italia sarà fondamentale la capillarizzazione dell'App Immuni.

Ad affermarlo sulla propria pagina Twitter è Walter Ricciardi, professore ordinario di Igiene generale e applicata all'Università Cattolica e consigliere personale del del ministro della Salute Roberto Speranza:

"Importantissimo ora scaricare app immuni per facilitare il contact tracing e limitare immediatamente i focolai epidemici, altrimenti dovrà essere fatto manualmente e si corre il rischio di perdere il controllo", ha scritto Ricciardi sul proprio profilo.

Il suo commento arriva in risposta ad un altra pubblicazione dell'Iss, secondo la quale "ad agosto il 13,1%  dei casi di coronavirus è stato trovato in cittadini italiani di ritorno dall'estero", con "la maggior parte delle infezioni che continua ad essere contratta localmente (77,8%).

Ad inizio settembre anche il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri aveva rammentato l'importanza dell'utilizzo di Immuni da parte dei Giovani.

L'App Immuni

Dopo essere stata sperimentata in quattro regioni (Liguria, Abruzzo, Marche e Puglia) a partire dall'8 giugno, il funzionamento di Immuni è stato esteso a tutte le regioni del territorio italiano a partire dal 15 giugno.

L'obiettivo dell'applicazione è quello di tracciare in maniera sistematica i contagi così da poter arginare in modo efficace la propagazione dell'agente patogeno.

Secondo uno studio pubblicato dal Big Data Institute di Oxford, affinché  possano sortire un qualche effetto concreto sulla curva dei contagi le app come Immuni dovrebbero essere scaricate da almeno un quinto del totale della popolazione di un Paese. 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook