20:41 29 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
719
Seguici su

Centinaia di giovani si sono presentati oggi a Paliano, in camicia o maglietta bianca per recare un ultimo saluto al giovane Willy. "Perché la morte barbara e ingiusta di Willy non cada nell'oblio impegniamoci tutti", ha ammonito il vescovo durante l'omelia.

"Questo giovane ci lascia un grande insegnamento. Un insegnamento che non vorrei che trascorsi questi giorni pieni di coinvolgimento emotivo, di giusta compassione per Willy e la sua famiglia, di sdegno verso coloro che hanno compiuto un gesto inumano, cadesse come troppo spesso accade nell’oblio o nel fermarsi a qualche targa, monumento commemorativo, intitolazione di qualche torneo di calcio o cose del genere". Con queste parole il vescovo di Tivoli e Palestrina, monsignor Mauro Parmeggiani, ha aperto la sua omelia, durante i funerali di Willy Monteiro Duarte, il giovane 21enne di Paliano, di origine capoverdiana massacrato di botte nella notte fra sabato e domenica scorsa a Colleferro. 

​Il vescovo ha anche esortato a non dimenticare la lezione di Willy e a ricordarne la memoria quotidianamente.

"Perché la morte barbara e ingiusta di Willy non cada nell’oblio - ha detto - impegniamoci tutti, istituzioni, forze dell’ordine, uomini e donne della politica, della scuola, dello sport e del tempo libero, Chiesa, famiglie e quanti detengono le chiavi di un potere enorme: quello dei media e in particolare dei media digitali, a comprometterci insieme, al di là di ogni interesse personale e senza volgere lo sguardo fingendo di non vedere, a riallacciare un patto educativo a 360 gradi".

​Centinaia di giovani della zona si sono recati al campo sportivo di Paliano, dov'è avvenuta la cerimonia funebre, per dare l'ultimo saluto a Willy. Presente anche il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, con addosso una camicia bianca così come richiesto dalla famiglia e dagli amici della vittima del pestaggio. Hanno preso parte alle esequie anche il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e il presidente del Consiglio regionale Mauro Buschini.

"Ora ci aspettiamo condanne severe e certe e una rigorosa esecuzione della pena", a detto alla fine della cerimonia il premier Conte, rivolgendo le sue condoglianze alla madre Lucia, al padre Armando e alla sorella Milena. 

Il feretro è uscito dal campo sportivo su una carrozza funebre, accompagnato da tanti palloncini bianchi e dai saluti di quanti chiedono giustizia e verità per Willy Monteiro Duarte. 

 

Tags:
Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook