00:52 24 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
0 13
Seguici su

Papa Francesco ha a cuore quanto la pandemia provoca in termini di sofferenze sanitarie ed economiche alle popolazioni, per questo sul vaccino chiede che sia reso disponibile a tutti.

Papa Francesco torna sulle diseguaglianze create dalla pandemia e questa volta si sofferma sul vaccino, che secondo il suo pensiero potrebbe creare delle diseguaglianze tra le nazioni.

“C’è chi vorrebbe appropriarsi di possibili soluzioni, come nel caso dei vaccini e poi venderli agli altri. Alcuni approfittano della situazione per fomentare divisioni: per cercare vantaggi economici o politici, generando o aumentando conflitti”, ha detto.

Ma Papa Francesco ne ha anche contro “i devoti di Ponzio Pilato”, ovvero coloro i quali “non si interessano della sofferenza altrui, passano oltre e vanno per la loro strada (cfr Lc 10,30-32).”

“Il coronavirus ci mostra che il vero bene per ciascuno è un bene comune non solo individuale e, viceversa, il bene comune è un vero bene per la persona (cfr CCC, 1905-1906). Se una persona cerca soltanto il proprio bene è un egoista. Invece la persona è più persona, quando il proprio bene lo apre a tutti, lo condivide. La salute, oltre che individuale, è anche un bene pubblico. Una società sana è quella che si prende cura della salute di tutti”, ha aggiunto Papa Francesco durante la catechesi del mercoledì svoltasi in presenza con un ristretto numero di fedeli partecipanti per ragioni dovute alle restrizioni anti-contagio.

Correlati:

Pandemia, Papa Francesco: "Diseguaglianza economica è ingiustizia che grida al cielo"
Papa Francesco chiede di cancellare il debito dei Paesi più poveri
Papa Francesco accetta dimissioni vescovo USA Michel Mulloy: accusato di abusi su minori
Tags:
Coronavirus, Papa Francesco
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook