17:45 30 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
121
Seguici su

Interroghiamoci su quanto accaduto a Colleferro a Willy Duarte, facciamolo come genitori. Cosa diremo ai nostri figli? Di non intervenire per sedare una lite? Lo dice il premier Conte ai giornalisti.

Da Beirut dove si trova in visita Giuseppe Conte affronta per la prima volta il fatto di cronaca nazionale che riguarda il giovane italiano di 22 di Colleferro ucciso durante una rissa.

Conte dice di non voler entrare nelle indagini e di non sentirsela nemmeno di chiedere ai giudici pene esemplari per i colpevoli, saranno i giudici attraverso le indagini a stabilire responsabilità e a comminare le relative pene previste.

Ma il presidente del Consiglio si ferma su fatto in sé. “Cosa diremo ai nostri figli? Di non intervenire se assistono a una lite e di farsi i fatti loro? Io ho un figlio di 13 anni”, ricorda Conte.

Willy secondo le prime ricostruzioni sarebbe intervenuto per sedare una rissa, anche se una seconda ricostruzione considera l’ipotesi di una spedizione punitiva con l’aggravante dell’odio razziale.

“Quello che qui voglio dire come responsabile di Governo è: fermiamoci un attimo tutti a riflettere, fermiamoci a riflettere. Cosa diremo ai nostri figli? Io ho un ragazzo di 13 anni. Che cosa gli dirò, di non intervenire la dove vedrà una lite domani mattina, domani sera?”

“Che messaggio trasmettiamo ai nostri figli? A quali rischi vanno incontro i nostri ragazzi.”

“Che ceca violenza che si è scatenata. Interroghiamoci”, conclude.

La telefonata ai genitori

Il presidente del Consiglio confida di aver telefonato personalmente ai genitori di Willy Duarte e di aver parlato in particolare con il padre, trovando un uomo addolorato e ancora incredulo davanti alla scomparsa del figlio.

Le parole di Conte sul caso Willy Duarte

Correlati:

Presi i pestatori di Willy Monteiro, il ragazzo ucciso a Colleferro
Omicidio Willy Monteiro, investigatori escludono motivi razziali e politici
Odiatori professionisti a favore uccisione Willy Duarte: aperta indagine
Tags:
Giuseppe Conte
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook