10:48 01 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
3103
Seguici su

Francesco Selvi, giornalista della trasmissione di Rete 4 'Dritto e rovescio', afferma di essere stato aggredito da Grillo sulla spiaggia di Marina di Bibbona (LI). Recatosi al pronto soccorso per farsi curare, ne è uscito con “5 giorni di prognosi per un trauma distorsivo al ginocchio”.

Il giornalista Francesco Selvi stava facendo alcune domande a Beppe Grillo per 'Dritto e rovescio' sulla possibile tenuta del governo Conte dopo le elezioni, sull'intenzione di sottoporsi al vaccino anti-coronavirus e sul movimento ‘no mask’.

Nel frangente il comico ed esponente politico lo avrebbe aggredito nelle modalità dichiarate dallo stesso Selvi.

"Dopo essermi qualificato ho fatto alcune domande di politica al signor Grillo con il cellulare acceso. Grillo prima ha cercato di portarmi via il cellulare poi dopo avermi spruzzato addosso del liquido igienizzante mi ha spinto con forza facendomi cadere indietro da una scala che collega lo stabilimento alla spiaggia", ha raccontato il giornalista.

Il collaboratore di Rete 4 ha stigmatizzato il comportamento del suo aggressore e reso note le conseguenze del suo gesto.

"Stavo facendo solo il mio lavoro, fare domande e chiedere con cortesia delle risposte. Invece l’unico risultato sono cinque giorni di prognosi per un trauma distorsivo a un ginocchio. E questo in piena campagna elettorale", ha commentato.

L’episodio è stato reso noto da Sandro Bennucci, presidente dell’Associazione Stampa Toscana (AST), che ha diffuso un comunicato in cui ha reso noto che i suoi organismi dirigenti "si stringono solidali e indignati al collega". La notizia è stata diffusa d’intesa con la Federazione Nazionale della Stampa Italiana (FNSI).

"L’Associazione Stampa Toscana unisce all’indignazione una ferma protesta: non è tollerabile che un personaggio impegnato in maniera diretta o indiretta in politica, quindi un uomo pubblico a tutti gli effetti, reagisca in maniera violenta davanti a un giornalista che sta solo esercitando la sua professione. AST rivolge anche un accorato appello alle istituzioni perché tutelino chi lavora nell'informazione, visto che è costretta a registrare, per l’ennesima volta nel giro di pochi mesi, l’aggressione a un giornalista in Toscana", si legge nella nota.

Commenti giunti anche da esponenti politici, tra cui quello di Susanna Ceccardi, candidata del centrodestra alla presidenza proprio della Regione Toscana.

“La libertà di stampa è il fondamento di ogni democrazia. È vergognoso che chi inneggia alla democrazia diretta si permetta poi di aggredire un giornalista nell'esercizio della propria professione. Piena solidarietà a Francesco Selvi dopo l’aggressione subita a Bibbona nel corso di una intervista a Beppe Grillo, ha scritto in una nota.

Parole di condanna anche da parte della senatrice di Fratelli d'Italia Daniela Santanché.

“Non mi stupiscono più le reazioni aggressive e poco consone del fondatore del Movimento 5 stelle. D'altronde quando un giornalista fa il suo lavoro e lo fa bene, fa anche domande scomode, al quale non sempre si ha voglia di rispondere, ma un personaggio pubblico non può esimersi dal farlo", ha commentato.

Dalla Santanché richiesta di scuse da parte di Grillo e solidarietà espressa a Selvi. 

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook