22:19 29 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
111
Seguici su

Secondo il viceministro della Salute difficilmente il sistema sanitario nazionale si troverà a fare i conti con uno scenario come quello vissuto nel corso del mese di marzo.

Intervenendo ai microfoni di Coffe Break su La7 il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri ha espresso i propri dubbi cerca il fatto che in Italia si possa assistere ad una seconda ondata epidemica, a dispetto della crescita nella curva dei contagi avvenuta nelle ultime settimane:

"Dubito che avremo una seconda ondata come a marzo. Al momento gli ospedali non sono sotto stress e, se in numeri sono in crescita, l'impegno delle terapie intensive è basso", ha spiegato il viceministro.

Sileri ha quindi sottolineato come una parte dei pazienti attualmente ricoverati nei reparti di terapia intensiva sia in realtà affetta da altre patologie e che solo in un secondo momento ad essi è stato diagnosticato il Covid-19:

"Inoltre in terapia intensiva ci sono anche persone con altre patologie, che si sono aggravate e poi" sono risultate positive a Covid", ha aggiunto.

L'importanza della vaccinazione antinfluenzale

Il funzionario ha osservato come in Italia ci sia "una situazione in crescita, ma non critica, che merita una stretta osservazione".

A tal proposito, in vista della stagione fredda, è importante che quanti più italiani aderiscano alla campagna anti-influenza, considerata doppiamente importante in virtù dell'attuale scenario pandemico.

"Ci stiamo muovendo per migliorare l'approvvigionamento delle dosi di vaccino influenzale e inizieremo prima la campagna vaccinale", ha dunque assicurato Sileri, volendo rispondere alle polemiche sorte questi giorni in merito alla mancanza di dosi di vaccino anti-influenzale nelle farmacie italiane.

Il bollettino Covid-19 in Italia

Nella giornata di ieri il Ministero della Salute ha diffuso l'ultimo bollettino sanitario relativo alla pandemia di Covid-19.

Stando ai dati forniti, in Italia sono stati registrati 1733 nuovi casi di contagio dal virus SARS-CoV2, che portano a 30999 il numero degli attualmente positivi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook