11:19 19 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
316
Seguici su

Su Medical Facts, il suo blog personale, il famoso virologo mette in guardia dal rischio di far cantare i bambini a scuola, occasione che espone alla creazione di focolai anche letali. Negli Usa, racconta, un coro scolastico ha provocato due morti nello scorso marzo.

Dopo l'avvertimento di Crisanti sull'esposizione al contagio in classe, il famoso virologo Roberto Burioni, dalle pagine del suo personale blog, Medical Facts, mette in guardia sul rischio di cantare in classe in tempi di Covid. 

"La riapertura delle scuole è fondamentale anche se comporta rischi", scrive e se "il rischio zero nella vita non esiste" è importante che "i rischi vengano ridotti il più possibile e in particolare che alcune attività che hanno un’elevata possibilità di favorire la trasmissione del coronavirus vengano temporaneamente limitate".

Si inserisce quindi nella polemica esplosa negli ultimi giorni sull'opportunità di cantare in classe e, pur essendo "grandissimo appassionato di musica" il professor Burioni avverte che purtroppo "cantare in coro sembra comportare un rischio molto alto di avere un focolaio epidemico", come dimostra un episodio avvenuto lo scorso marzo negli Stati Uniti. 

A Skagitt, nello stato di Washington, "un coro si riuniva tutti i martedì per cantare - prosegue - purtroppo uno dei coristi si è ammalato di COVID-19. Il risultato è stato tragico: erano in 61, uno infettivo e degli altri 60 se ne sono infettati 53, con tre ricoverati e due morti."

I rischi sulla trasmissione didi COVID-19 in occasione di canti religiosi, karaoke sono confermati da diverse aneddotiche sufficienti "per poter definire il cantare in coro una pratica potenzialmente pericolosa", spiega.

La funzione pedagogica del canto è molto importante, ma "nelle prossime settimane, per la sicurezza dei nostri bambini , degli insegnanti e anche di tutta la nostra comunità, sia meglio sospendere la pratica dei cori", afferma.  "Se proprio si sente il bisogno di cantare – farlo da soli sotto la doccia".

Tags:
Scuola, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook