00:30 24 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
9142
Seguici su

I deputati grillini della regione Sicilia, chiedono a Conte di valutare le dimissioni del ministro degli Interni, dopo l'incidente di Siculiana nel quale è morto un migrante eritreo.

“Strutture di accoglienza totalmente insicure e inadeguate, non all’altezza di un Paese civile: Conte valuti se chiedere alla Lamorgese di mettersi da parte”, scrivono i deputati del M5S all'assemblea regionale siciliana in una nota pubblicata in seguito alla tragedia di Siculiana, Agrigento, dove un un migrante eritreo di 20 anni è morto e tre poliziotti sono rimasti feriti dopo essere stati investiti da un pirata della strada durante la fuga del ventenne dal centro di accoglienza dove si trovava dal primo agosto. 

I deputati chiedono al ministro e alla Regione un "cambio di passo" nella gestione del fenomeno migratorio e si rivolgono al premier Conte, esprimendo un incondizionato appoggio al presidente del Consiglio, ma anche un messaggio:

"Il  delicatissimo ruolo al Viminale, specie in un frangente delicato come questo, non può essere affidato ad un tecnico. La misura è colma, non è possibile che fatti come quello di Siculiana accadano o, peggio, si ripetano: il Viminale va affidato  a chi ha la forza di prendere decisioni e non lascia tutto in balia degli eventi”.

I grillini puntano il dito contro la gestione di Musumeci, definita fallimentare e fantozziana.

“Non si faccia comunque illusioni - proseguono - la gestione del fenomeno da parte della Regione non solo è totalmente fallimentare, ma anche ipocrita e populista. Non sono certo le inutili ordinanze scritte in favore di telecamere a risolvere un problema complesso, come quello dei migranti, specie, poi, se le comunicazioni importanti vengono fantozzianamente inoltrate ad indirizzi di posta elettronica fantasma”.

Sull'episodio è intervenuto il leader della Lega, Matteo Salvini, che ha commentato su Twitter: "Siamo alle comiche". 

Tags:
Matteo Salvini, Sicilia, Migranti, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook