13:58 27 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
407
Seguici su

La fondazione Gimbe ha reso noto le ultime statistiche sul coronavirus in Italia: aumentano i ricoveri e malati in terapia intensiva, la curva dei contagi è in risalita.

Il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe fa vedere com'è cambiata la situazione con il coronavirus in una settimana, dal 26 agosto al primo settembre. Ad avviso di Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, ci sono segnali di una ripresa dell'epidemia in Italia.

"Nell’ultima settimana continua l’ascesa del numero di nuovi casi e delle persone attualmente positive, conseguente sia all’incremento dei casi testati, sia al costante aumento del rapporto positivi/casi testati. Inoltre, si consolida il trend in aumento delle ospedalizzazioni con sintomi e si impenna quello dei pazienti in terapia intensiva. Si tratta di segnali che vanno tutti nella direzione di una ripresa dell’epidemia nel nostro Paese, sia in termini epidemiologici che di manifestazioni cliniche, proprio alla vigilia del momento cruciale della riapertura delle scuole", ha detto.

In questa settimana è stato registrato il numero più alto dei tamponi effettuati: +116.184, il 24% rispetto alla settimana precedente.

Il dato sui nuovi contagi è in crescita per il 38% rispetto alla settimana precedente. Dal 26 agosto al primo settembre sono stati conclamati 9.015 nuovi casi, una settimana fa erano 6.538.

Tuttavia, con 46 decessi provocati dall’infezione, tale dato non risulta essere in aumento significativo: +15% rispetto alla settimana precedente (40).

Cresce anche il numero degli attualmente positivi: +7.040, aumentano di oltre il 52%.

Significativi i dati sui ricoveri:
  • ricoverati con sintomi +322 (30,4%)
  • in terapia intensiva +41 (+62,1%)

Cartabellotta ha sottolineato il trend di incremento dei ricoverati con sintomi, che dal 28 luglio al primo settembre è aumentato quasi dell’85% (da 749 a 1.382).

In Lombardia, Lazio ed Emilia Romagna si concentrano il 50,2% dei casi attualmente positivi, il 41,9% dei casi è diviso tra Veneto, Campania, Toscana, Piemonte, Sicilia, Puglia, Sardegna e Liguria, con il 7,9% rimanente in altre otto regioni e due province autonome.

Nella giornata di ieri in Italia sono stati registrati 1.326 nuovi casi di contagio da coronavirus con 257 guariti e 6 deceduti. Dall’inizio della pandemia nel Paese sono stati conclamati 271.515, 208.201 pazienti sono guariti e 35.497 sono deceduti.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook