22:50 29 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
2114
Seguici su

Il Ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D’Incà ha annunciato che il governo ha posto la questione di fiducia in aula alla Camera sul decreto coronavirus. Pronte e accese le critiche dell'opposizione.

Il governo ha posto la questione di fiducia in aula alla Camera sul decreto riguardo le misure urgenti e alla loro scadenza relative alla dichiarazione di emergenza epidemiologica da COVID-19 deliberata il 31 gennaio 2020. Nuove misure erano state prese nella notte tra il 7 e l'8 marzo con la firma di un nuovo Dl, quello che ha preceduto il lockdown. 

D'Incà in risposta alle critiche ha precisato che la fiducia è stata autorizzata nel Cdm del 7 agosto 2020.

A proposito di critiche, le opposizioni hanno infatti levato il grido di "Vergogna, vergogna" per esprimere la loro contrarietà.

Il deputato di Forza Italia Simone Baldelli parla di "governo che prende a sberle il Parlamento".

"Cominciamo bene la stagione. Adesso andate in tv a dire che voi difendete la democrazia e la rappresentanza. Vergogna, siete dei pasticcioni. Questo è l’inizio della stagione e l’inizio della fine”, ha intimato il parlamentare.

Molto critico anche Tommaso Foti di Fratelli d'Italia.

“La richiesta di fiducia avviene non per l’ostruzionismo ma esclusivamente perché c’è un emendamento, il numero 1.121, che solleticando il tema dei servizi segreti a firma del più grosso partito che sostiene questo governo è un emendamento che va contro questo governo", ha insinuato Toti.

Ha chiesto la parola anche Federica Dieni del Movimento 5 Stelle, prima firmataria dell’emendamento sui servizi che intende sopprimere il comma sesto sottoscritto da 50 deputati, che si è comunque dichiarata contraria allo strumento della fiducia.

"Non è un emendamento che va contro il governo o contro Conte. L’intento è modificare normativa in Parlamento. Non sono contenta della fiducia, non si risolvono le cose così, mi dispiace, le cose si risolvono in Parlamento, l’approccio più utile sarebbe stato rimettersi all’aula perché la normativa sui servizi riguarda tutti. Sono profondamente contrariata dall’apposizione della fiducia e ci tengo che resti agli atti", ha dichiarato.
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook