23:23 23 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
627
Seguici su

Il governo sembra di aver deciso di posticipare la modifica dei decreti sicurezza voluti da Matteo Salvini quando era Ministro degli Interni a dopo le elezioni regionali. Decisione criticata dalle associazioni in difesa dei migranti, che la giudicano un espediente per non perdere consenso in vista delle imminenti votazioni.

Sembra esserci l'accordo nella maggioranza per modificare i decreti sicurezza voluti da Salvini ma il passo concreto non è ancora stato fatto. Anzi, viene rinviato di volta in volta. 

Quella che doveva essere una delle prima mosse dell'attuale governo e che avrebbe dovuto essere approvata a inizio settembre dal Consiglio dei Ministri, sembra proprio slittare a dopo le elezioni regionali del 20 e 21 settembre.

A spingere per questa soluzione sembra essere soprattutto il Movimento 5 Stelle.

Giungono critiche dalle associazioni che si battono per la tutela dei migranti.

Per Filippo Miraglia, responsabile immigrazione dell'Arci, si tratta di un errore "sia politico che tecnico: la sinistra che non ha il coraggio delle proprie scelte avvantaggia Salvini e la destra".

"Spero che non sia vero, se questo governo decide di rinviare le modifiche dei decreti Salvini a causa delle elezioni fa l’ennesimo regalo alla destra. Abbiamo già visto in passato come questo sia un errore, ad esempio è stato fatto lo stesso con le modifiche alla legge sulla cittadinanza: se rinunci per paura di perdere voti, dai ragione a chi è di parere opposto e gli regali un argomento in campagna elettorale", ha osservato Miraglia. 

Di parere molto simile Gianfranco Schiavone dell'Asgi (Associazione studi giuridici sull’immigrazione).

"Questo rinvio è l'ennesimo gioco della paura, si rinuncia a presentare agli italiani la propria visione diversa e nuova sulle migrazioni per paura di perdere consenso. È ormai un circolo vizioso costante dal quale però bisogna uscire, soprattutto in un momento in cui bisognerebbe spiegare le proprie idee agli elettori", ha dichiarato Schiavone.
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook