03:57 29 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
133
Seguici su

Vittorio Sgarbi non si limita e dopo il divieto di indossare la mascherina a Sutri, ora attacca l'attore Alessandro Gassman e la frase conclusiva del post è capolavoro della sua volgarità.

“Il conformista Alessandro Gassman di suo padre non ha niente. E fatica a capire che portare la mascherina passeggiando da soli o con la propria moglie è una forma di demenza.” Lo ha scritto su Facebook Vittorio Sgarbi che da sindaco di Sutri ha emanato una ordinanza in cui, udite udite, multa chi porta la mascherina in luogo aperto, nonostante ci sia una ordinanza ministeriale che la impone dalle 18 alle 6 lì dove non si possono evitare gli assembramenti naturali.

“Non c’è niente di più contagioso di temere di contagiarsi soltanto quando si è finito di mangiare, a bocca aperta. Bisogna fingere come fanno gli attori.” Aggiunge il parlamentare indipendente, ma la frase che conclude il suo post è un capolavoro della sua magistrale e spettacolare volgarità:

“Una cosa è certa: per andare a fare in culo è necessaria la mascherina perché non si rispettano le distanze.”

Gassman in precedenza in un post su Twitter aveva ironicamente chiesto: "Quando sei nel comune di Sutri, governato da cosetto nervosetto, e ti fanno la multa perché porti la mascherina fuori orario, a quale distanza devi stare per mandarlo af****ulo?#indicazionitecniche".

Correlati:

Esclusiva, Sgarbi: conferenza sul Covid attaccata da giornali di regime per polemica politica
Turista austriaco danneggia scultura di Paolina Borghese, Sgarbi insorge
Sutri, il sindaco Vittorio Sgarbi annuncia multe per chi indosserà la mascherina senza motivo
Tags:
Vittorio Sgarbi
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook