21:35 21 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
408
Seguici su

Il sindaco di Lampedusa accetta l'invito a Roma rivoltogli dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte e decide di rinviare lo sciopero generale dell'isola.

Il sindaco di Lampedusa Totò Martello rinvia lo sciopero generale dell’isola minacciato ieri e durante la riunione con i rappresentanti delle parti sociali dell’isola rivela che il presidente del Consiglio Giuseppe Conte lo ha invitato a salpare per Roma, dove è atteso mercoledì prossimo 2 settembre insieme al governatore della Regione Siciliana Nello Musumeci.

Martello si mostra ancora paziente quindi e attende il colloquio con Conte di mercoledì prossimo.

Un fatto concreto

Martello ha giudicato come “un fatto concreto” la convocazione a Roma da parte del presidente del Consiglio e per quanto riguarda le esigenze dell’isola, il primo cittadino afferma che per l’isola alcune cose le deve fare la Regione Siciliana e altre le deve invece fare Roma.

Poi riferisce che Giuseppe Conte verrà a Lampedusa non “appena ci saranno i provvedimenti fatti”.

Trasferimento migranti

Sono in arrivo a supporto dell’isola altre due navi quarantena e imbarcazioni della Guardia di Finanza sono ormai impegnate a svolgere il ruolo di vettori di migranti tra la Sicilia e Lampedusa.

In 307 sono stati portati via dall’hotspot di Lampedusa, dove restano ancora in 1,219 su una capienza massima di 192.

Correlati:

Migranti a Lampedusa, altri 450 arrivi: cittadini pronti allo sciopero - Video
Musumeci e Mortello contro il governo: ‘Lampedusa non ce la fa più’. Roma e Bruxelles in silenzio
Lampedusa, via 300 migranti entro domani - Viminale
Tags:
Accoglienza dei migranti, redistribuzione migranti, Crisi dei migranti, Lampedusa
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook