09:38 31 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
103517
Seguici su

E' destinata a far discutere l'ordinanza annunciata dal sindaco di Sutri, Vittorio Sgarbi, che andando contro corrente ha annunciato multe per tutti coloro che indosseranno la mascherina senza necessità.

"Solo ladri e terroristi si mascherano il volto". Con queste parole il sindaco di Sutri, il critico d'arte Vittorio Sgarbi, ha annunciato una nuova ordinanza che prevede multe per tutti coloro che indosseranno la mascherina senza reale necessità.

Il testo vieta a tutti i cittadini del comune del viterbese di indossare la mascherina tra le ore 18.00 e le 06.00 del mattino:

"In ottemperanza al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri è proibito l'uso della mascherina nella Città di Sutri all'aperto per evidenti ragioni di salute e al chiuso, salvo che in caso di assembramento, dalle ore 18.00 alle 6.00 del mattino, come specificamente indicato dal Dpcm del 16 agosto 2020 che tutela dal rischio discoteche e non dalla convivialità, che impone di stare a tavola e mangiare senza mascherina", si legge in una nota del comune.

Negli altri casi non previsti dal Dpcm, chi sarà visto portare la mascherina sarà multato in ottemperanza alla legge 533/1977 in materia di Ordine Pubblico che all'articolo 2 prevede che non ci si possa mascherare in volto.

"D'altra parte - ha sottolineato Sgarbi - l'uso della mascherina in luoghi pubblici, salvo che per il personale dipendente, appare in evidente contrasto con il tempo dedicato alla nutrizione che prevede di assumere il cibo senza mascherina. Appare quindi contraddittorio che dopo aver mangiato senza mascherina ci si alzi da tavola mettendosela. Si tratta di forme ridicole di ostentazione che nulla hanno a che fare con le esigenze sanitarie".

Il convegno "Covid-19 in Italia, tra informazione, scienza e diritti"

Nella sala della biblioteca del Senato lo scorso 27 luglio si è tenuto il convegno "Covid-19 in Italia, tra informazione, scienza e diritti", organizzato dal critico e senatore Vittorio Sgarbi e dall'esponente della Lega Armando Siri, alla presenza di medici ed esperti per testimoniare a Governo e cittadini che il virus Covid-19 in Italia non c'è più.

Tra i vari ospiti, intervenuti nel corso della manifestazione, anche Alberto Zangrillo, direttore dell'unità di terapia intensiva del San Raffaele di Milano, il segretario leghista Matteo Salvini e il cantante lirico Andrea Bocelli.

Il Covid-19 in Italia

Secondo l'ultimo bollettino diramato dal Ministero della Salute, il numero complessivo dei casi di Covid-19 in Italia dall'inizio dell'epidemia ha raggiunto i 266.820, dato comprensivo di contagiati, guariti e vittime, con un'aumento di 1.444 unità in un solo giorno, con 99108 tamponi processati.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook