11:34 24 Gennaio 2021
Italia
URL abbreviato
1114
Seguici su

A seguito degli oltri quaranta sbarchi avvenuti nelle ultime 72 ore il Centro di accoglienza di contrada Imbriacola è nuovamente al collasso.

Nella serata di ieri, nel giro di pochissime ore, sono stati registrati altri tre sbarchi di migranti sull'isola di Lampedusa, per un totale di un centinaio di persone giunte dal mare.

Il primo dei natanti è arrivato direttamente in porto, mentre gli altri due sono approdati rispettivamente in località Cala Creta e Cala Pisana.

Situazione che dunque torna a farsi insostenibile per il comune siciliano, come riferito ai giornalisti dal primo cittadino Totò Martello:

"Gli uomini delle forze dell'ordine sono stremati. Sull'isola in due giorni ci sono stati circa 40 sbarchi e il Centro di accoglienza è di nuovo strapieno", sono state le sue parole.

Nella nottata di ieri altri 16 barchini avevano raggiunto le coste dell'isola delle Pelagie, con circa 260 nuovi arrivati, tra cui anche molti minori, accolti nel centro di contrada Imbriacola, nuovamente sovraccarico e che ora si ritroverà a gestire oltre 800 migranti a fronte di una capienza nominale di appena una novantina di posti letto.

L'ira di Salvini: "L'invasione continua"

Ieri il leader della Lega, Matteo Salvini, ha commentato la nuova ondata di arrivi direttamente dai suoi profili social:

"Decine e decine di clandestini sbarcano indisturbati sull'isola, senza controlli. L'invasione continua ...", ha scritto in un tweet l'ex ministro dell'Interno

​"Gli Italiani - ha quindi proseguito - manderanno presto a processo questo governo clandestino con il loro voto, a partire dalle elezioni del 20 e 21 settembre. Basta!"

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook