11:08 19 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
314
Seguici su

La tragedia è successa a Ghisalba, in un campo dietro all'area feste dove stazionavano alcuni giostrai, intorno alle 13.30. Un ragazzo di 28 anni è morto dopo essere rimasto folgorato mentre si trovava a lavoro.

Un giostraio di 28 anni è rimasto ucciso dopo essere stato folgorato da 380 volt. Il ragazzo, che si trovava in un campo dietro all'area feste in via Falcone e Borsellino, a Ghisalba, è morto mentre stava allacciando una roulotte alla colonnina dell’elettricità.

Sono ancora da chiarire esattamente le dinamiche dell’incidente: ad accorgersi che qualcosa non andava sono stati alcuni parenti, anche loro membri della carovana, che hanno visto il ragazzo riverso a terra nei pressi della stessa roulotte e gli hanno prestato i primi soccorsi.

Nonostante l'intervento dei soccorritori sia stato immediato, purtroppo dopo un lungo tentativo di rianimazione cardiopolmonare non c’è stato nulla da fare se non constatare il decesso del giovane.

Stando a quanto emerso, il giovane era residente a Milano ed era parente della famiglia di giostrai che fino a qualche giorno fa aveva allestito la fiera del paese, con i tradizionali spettacoli viaggianti. Quest'ultimo era arrivato con il proprio caravan per aiutare i famigliari in alcuni lavori.

Incidenti sul lavoro in Italia

I morti sul lavoro sono in continuo aumento in Italia. A fine luglio due operai romani hanno perso la vita precipitando da un ponteggio alto 20 metri mentre stavano lavorando in un cantiere edile.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook