23:30 24 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus in Italia: riaprono i confini con l'Ue (119)
3013
Seguici su

Continua a crescere il numero dei nuovi casi, oggi pari a 1.071, secondo il bollettino del ministero della Salute.

Dall'inizio dell'epidemia in Italia sono stati registrati ufficialmente 258.136 casi di infezione dal nuovo coronavirus.

Nell'ultimo giorno le persone che sono riuscite a sconfiggere definitivamente il coronavirus sono state 243, in questo modo il bilancio complessivo delle guarigioni dal Covid supera quota 205mila per fermarsi a 205.203.

Oggi sono stati registrati 3 decessi per Covid, che fanno crescere fino a 35.430 il numero complessivo delle vittime dall'inizio dell'epidemia.

Le persone attualmente positive al coronavirus sono 17.503, in aumento di 825 rispetto al dato di ieri. Nonostante il marcato aumento, negli ospedali la situazione resta sostanzialmente stabile rispetto a ieri: 924 persone sono ricoverate con sintomi, 5 in più rispetto a ieri, mentre in terapia intensiva si trovano 64 pazienti, 5 in meno rispetto al dato di ventiquattro ore fa. Le persone con sintomi lievi o decorso asintomatico della malattia sono 16.515, in aumento di 825 rispetto a ieri.

Dei 1.071 nuovi casi registrati oggi, la maggior parte arrivano dal Lazio, che ha registrato 215 nuovi contagi, seguita dai 185 della Lombardia e dai 160 del Veneto. Solo la Valle d'Aosta è l'unica regione che nella giornata odierna ha registrato zero contagi.

Nel bollettino si nota che in Sicilia dei "48 soggetti positivi al tampone, 16 sono extracomunitari sbarcati a Pozzallo".

Nell'ultimo giorno sono stati effettuati 77.674 tamponi.

Ricordiamo che in Italia negli ultimi giorni la curva dei contagi di Covid-19 è tornata a salire, situazione che ha alimentato le preoccupazioni su un eventuale rinvio della riapertura delle scuole, così come sull'opportunità di votare per le regionali a settembre.

Tema:
Coronavirus in Italia: riaprono i confini con l'Ue (119)
Tags:
Coronavirus, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook