23:12 29 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
202
Seguici su

In seguito all'intervista rilasciata ad un quotidiano dal Ministro dell'Istruzione Azzolina riguardo gli ipotetici sabotaggi da parte dei sindacati per il rientro a scuola degli studenti, questi ultimi hanno risposto al ministro in alcune note.

I sindacati hanno risposto alle accuse del Ministro dell'Istruzione riguardo un sabotaggio per la riapertura delle scuole a settembre. Tra questi Maddalena Gissi, segretaria generale Cisl Scuola, ha espresso al portale Adnkronos le opinioni riguardo quanto è stato fatto per il rientro a scuola.

"La superficialità con la quale è stato affrontato un tema così importante come la riapertura della scuola, l'assunzione del personale e la gestione delle politiche scolastiche, è evidente da mesi. Il sindacato, sin dai primi giorni di aprile, ha chiesto, proposto, denunciato e rappresentato ai massimi livelli la necessità di programmare e intervenire attraverso misure straordinarie, in grado di garantire alle famiglie e al personale una riapertura in sicurezza" afferma Gissi.

CISL: "E' arrivato il momento di parlare di scuola in modo serio"

"Abbiamo sottoscritto il protocollo il 6 agosto, sottolineo solo il 6 agosto, come ultima categoria dei settori pubblici e privati, e non abbiamo ancora avuto i dati delle decine di monitoraggi proposti alle scuole per conoscere nel dettaglio quali sono le esigenze reali. Abbiamo subito negativamente una campagna di stampa diffamatoria che sicuramente non aiuta la scuola, ma anzi diffonde incertezze e confusione. E' arrivato il momento di parlare di scuola in modo serio, andando oltre le proprie personali esperienze; un Ministero che si rispetti deve essere in grado di rappresentare i 10 milioni di componenti a livello istituzionale e non sulla base di ideologie politiche o esperienze personali pregresse".

CGIL: "Ci auguriamo che la Ministra smentisca queste accuse gratuite"

 "Questo tentativo disperato ed imbarazzante di attribuire le responsabilità sui problemi dell'apertura dell'anno scolastico al sindacato, è smentito dai fatti. Abbiamo cercato in tutti questi mesi di spiegare quali dovevano essere gli interventi e il Governo si è mosso con grave ritardo. Le responsabilità del ministero dell'Istruzione sono evidenti le risorse stanziate sono insufficienti, non sono arrivate per tempo, c'è purtroppo una grave mancanza di coordinamento tra i vari attori istituzionali, pensiamo al problema del trasporto non risolto o la mancanza di organico: quindi credo che questa accusa gratuita si rivelerà un boomerang per la ministra", ha affermato all'Adnkronos Francesco Sinopoli, segretario generale Cgil Scuola.

"La tutela  di chi consente tutti i giorni al sistema dell’istruzione di funzionare, cioè i lavoratori e le lavoratrici - tanti di essi precari -, dovrebbe essere interesse non solo del sindacato. Per questo riteniamo francamente incomprensibili le resistenze e le polemiche strumentali sulla stabilizzazione del personale" ha aggiunto in una nota il vice segretario generale della Cgil, Gianna Fracassi.

UIL: "Fortunatamente esistono ancora i sindacati, liberi di esprimere le proprie opinioni"

"Mentre i nodi arrivano al pettine, assistiamo ad una reazione scomposta del ministro dell’Istruzione, che con il ricorso ad una serie infinita di luoghi comuni e stereotipi, le donne, il sessismo, la resistenza al cambiamento, il sindacato cattivo, si costruisce un ruolo di vittima sacrificale alla vigilia di una apertura della scuola che come un mantra ripete ossessivamente (chissà se ci crede anche lei). Bisogna trovare il colpevole! Cosa c’è di più facile che individuarlo nel sindacato, come se ce ne fosse uno soltanto, come il ministero che è, o dovrebbe essere, uno solo" ha affermato in una nota Pino Turi, segretario generale Uil Scuola.

In un'intervista di oggi a La Repubblica il Ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina ha assicurato la ripartenza dell'anno scolastico a settembre, puntando il dito contro i sindacati per una campagna di disinformazione portata avanti durante il periodo del lockdown e della ripresa.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook