14:35 27 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
9219
Seguici su

Per il consulente del Ministero della Salute occorre che tutti, specialmente nelle fasce di età tra i 20 e i 40 anni, tengano un comportamento responsabile.

Qualora il coronavirus dovesse tornare a diffondersi a ritmi sostenuti, sia la riapertura delle scuole che le elezioni regionali previste nel mese di settembre sono a rischio.

Ad affermarlo è il consulente del Ministero della Salute per l'emergenza Covid-19, Walter Ricciardi:

"Da noi la curva epidemia si è rialzata poco, ma in altri Paesi come la Spagna o la Croazia si è rialzata moltissimo. In quegli Stati oggi non si potrebbe votare. In Italia ancora sì. Se i 20-40enni modificheranno positivamente i loro comportamenti, sicuramente si potrà andare a votare e sicuramente si potrà riprendere la scuola", ha sottolineato l'esperto.

Ricciardi è quindi intervenuto su una delle questioni che maggiormente sta tenendo banco negli ultimi giorni, ovvero quella relativa alla possibile riapertura delle discoteche, ribadendo l'incompatibilità dell'apertura di sale e locali da ballo con la pandemia:

"L'apertura delle discoteche è incompatibile con un'epidemia. Era prevedibile che avvenisse (l'aumento dei contagi, ndr) che avvenisse nelle fasce più giovanili, che sono quelle che si sono esposte maggiormente al contagio. E' un aumento preoccupante, però possiamo ancora contenerlo", ha sentenziato il consulente del Ministero della Salute.

Già nei giorni scorsi Ricciardi si era esposto pubblicamente, affermando che la riapertura delle scuole a settembre potrebbe non essere così scontata come si potrebbe pensare.

Stando agli ultimi dati aggiornati sulla diffusione in Italia il numero complessivo di casi di Covid-19 ha raggiunto quota 255.278, dato comprensivo di contagiati, guariti e vittime, con un'aumento di 642 unità rispetto alla giornata precedente, a fronte di 35.412 e 204.506 guariti.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook