14:43 27 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
2712
Seguici su

A circa due settimane dalla fortissima esplosione del porto di Beirut, anche l'Italia ha preso la decisione di inviare un proprio contingente nella capitale libanese.

Ha avuto inizio ufficialmente la missione italiana in Libano della nave San Giusto della Marina Militare, che è salpata dal porto di Brindisi in direzione di Beirut.

L'arrivo è ora previsto per il prossimo sabato e la nave, messa a disposizione della Protezione Civile con il coordinamento del Comando Operativo di Vertice Interforze dello Stato Maggiore Difesa andrà a dare manforte al contingente italiano già presente in Libano.

La nave trasporterà nel paese mediorientale un ospedale da campo e un nucleo di rimozione macerie del Genio, con il 7° reggimento Cbrn "Cremona" che arriverà in Libano a fine agosto con di 210 militari.

Il contingente italiano arriva a Beirut a seguito di diverse richieste che chiedevano l'intervento dell'esecutivo per dare un segnale di presenza.

Le esplosioni di Beirut

Almeno 171 persone sono morte, più di 6.000 sono rimaste ferite e circa 300.000 sono rimaste senza casa dopo l'esplosione avvenuta nel nel porto di Beirut il 4 agosto scorso.

E' stato appurato che la deflagrazione è avvenuta a causa dello scoppio di 2.750 tonnellate di nitrato di ammonio, immagazzinate in modo improprio dal 2014.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook