05:34 26 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
408
Seguici su

In un'intervista al Corriere della Sera il coordinatore del Cts ha delineato i cardini della strategia anti Covid per le scuole italiane.

Il Comitato tecnico scientifico, nella persona del coordinatore Agostino Miozzo, ha ribadito l'importanza dell'uso delle mascherine a scuola per gli alunni di età superiore ai 6 anni al fine di limitare la diffusione del Covid-19 con l'inizio del nuovo anno scolastico.

"Le mascherine sono un'arma indispensabile. Sono obbligatorie dopo i 6 anni, sono uno dei pilastri della prevenzione", sono state le parole usate da Miozzo in un'intervista al Corriere della Sera.

Resta poi anche il secondo punto fermo di quella che il coordinatore del Cts definisce "l'offensiva anti Covid", ovvero il distanziamento tra i banchi:

I principi cardine sui quali è basata l’offensiva anti Covid devono restare inalterati. Il distanziamento deve essere di almeno un metro Scordiamoci le deroghe all’italiana, di quelle che una volta concesse restano per sempre. Saranno poche e transitorie, autorizzate  di volta in volta dopo approfondita analisi", ha chiarito Miozzo.

L'esperto si è poi anche soffermato sull'incremento del numero dei contagi registrato nei giorni scorsi, affermando che il nostro paese si trova all'interno di un trend previsto e che l'epidemia continua ad essere sotto controllo 

"La curva è in lenta ascesa ma per il  momento l’epidemia è sotto controllo. È molto probabile che nelle  prossime due settimane i casi cresceranno ancora, effetto di una  estate vissuta sull’onda del liberi tutti. Dopo le discoteche, per ora non c’è ipotesi di altre chiusure. I dati sull’occupazione degli  ospedali e sulla capacità del sistema di tracciare i positivi ci rassicurano", ha concluso.

Nella giornata di ieri il Comitato tecnico scientifico aveva ribadito le direttive sull'utilizzo della mascherina in classe per gli alunni dai 6 anni in su.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook