16:54 05 Dicembre 2020
Italia
URL abbreviato
129
Seguici su

Il fatto è accaduto a Posatora, in provincia di Ancona. L'uomo, dopo essere stato invitato a scendere dal mezzo pubblico in quanto sprovvisto di protezione, una volta a terra ha lanciato una bottiglia di birra contro il bus frantumando due vetrate.

L'aggressione è avvenuta ad un conducente della Conerobus domenica pomeriggio in via Giordano Bruno sulla linea 1/3 diretta a Posatora, in provincia di Ancona. Il conducente si è accorto che un passeggero, molto probabilmente un italiano di circa 35 anni, non era munito di mascherina ed ha fatto presente all'uomo che non poteva viaggiare all’interno del mezzo pubblico senza indossare una protezione.

L’uomo in un primo momento ha cercato di rimanere a bordo coprendosi il viso con una maglietta. Il conducente allora ha insistito ed educatamente ha invitato per la seconda volta quest'ultimo a scendere, cosa che è avvenuta alla fermata di via Giordano Bruno.

Una volta sceso dall’autobus l’uomo si è scagliato contro il conducente dell’autobus che nel frattempo avevo chiuso le portiere per poi prendere a pugni le vetrate del mezzo pubblico. Due i vetri andati in frantumi: uno è stato rotto con un pugno, l’altro invece centrato in pieno da una bottiglia di vetro che molto probabilmente l’uomo aveva con se. 

Dopo aver messo in sicurezza l’autobus ed essersi accertato che nessun passeggero fosse rimasto ferito dalle schegge dei vetri il conducente ha chiamato la Polizia raccontando quello che era accaduto. Sono giunte sul posto le volanti della Questura di Ancona che hanno iniziato a setacciare la zona del Piano alla ricerca di questa persona.

Da una prima stima i danni si aggirano attorno ai 3mila euro ma non è detto che il responsabile di questo gesto resti impunito per il fatto che il colloquio avuto con il conducente dell’autobus è stato ripreso dalle telecamere interne presenti sul mezzo pubblico.

Agli inizi di giugno un altro caso di aggressione è avvenuto a Foggia, dove l'autista è stato preso a calci per aver chiesto di indossare la mascherina. Agli inizi di agosto nel Lazio l'azienda Cotral, responsabile dei trasporti extraurbani del Lazio, ha lanciato una provocazione in risposta alla persistenza con cui alcuni viaggiatori continuano a non indossare la mascherina sui mezzi pubblici con uno specchio posizionato su alcuni sedili.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook